Expo, 6000 nuove piante per compensare l’impatto ambientale dell’esposizione universale

56

Millesettecentocinquanta nuovi alberi, cinquemila arbusti, cinque ettari di prati fioriti , quindici fontanili recuperati e strutture per la fruizione dell’area. Sono i numeri legati alla “compensazione ecologica di Expo”, un’iniziativa che si inserisce nel quadro dell’applicazione della Direttiva UE del 2004 in base alla quale, in caso di ampi interventi urbanistici come quello legato alla realizzazione del sito di Expo, si deve compensare l’impatto ambientale con interventi su una superficie agricola equivalente.

Nell’ambito di questo progetto, che vede la collaborazione tra il Comune di Milano e il distretto agricolo DAM, sono attualmente in corso interventi da parte degli agricoltori milanesi per un valore di circa un milione e 300 mila euro, finanziati da Expo Spa in tre ambiti territoriali: terre di Assiano-Baggio (Muggiano), Parco delle Risaie (Barona) e Nord-Ovest (Parco delle Cave-Trenno).

 

Print Friendly, PDF & Email