Calore di scarto, così Sabroe HeatPAC HPX produce acqua calda

32

Produrre acqua calda sfruttando il calore di scarto. Così lavora la pompa di calore Sabroe HeatPAC HPX di Johnson Controls che segue il tradizionale ciclo di refrigerazione, ma monta un’innovativa configurazione monostadio integrata.

Più leggera e compatta delle tradizionali pompe di calore, dunque installabile con facilità negli edifici, sfrutta qualsiasi fonte di energia termica a basso costo per produrre acqua calda a 90°. Il compressore ibrido HPX installato consente di raggiungere pressioni differenziali fino a 40 bar e pressioni di mandata fino a 60 bar: l’acqua che ha bassa temperatura viene così pompata a temperatura più elevata.In questo modo il dispositivo può essere sostituitivo e/o complementare alle fonti di calore tradizionali come caldaie, reti di teleriscaldamento, etc.

Fondamentale al funzionamento di Sabroe HeatPAC HPX è, dunque, l’unità monostadio ad alta prevalenza con possibilità di riscaldamento e raffreddamento combinato. 

Tra i vantaggi ci sono meno emissioni nocive in aria, uso di qualsiasi refrigerante naturale e la più bassa carica di refrigerante.

 

Print Friendly, PDF & Email