Autoconsumo condominiale: la proposta di legge del M5S

63

Estendere a più utenze elettriche l’utilizzo dello stesso impianto ad energia rinnovabile. Questa la proposta che il Movimento 5 Stelle vuole presentare nel disegno di legge per adeguare la normativa nazionale per sopperire agli sprechi legati all’autoconsumo.

La proposta prevede l’installazione di un unico contatore condominiale dell’energia e la ripartizione dei costi attraverso i singoli meter d’appartamento, nell’ottica di promuovere la produzione e il consumo sul posto. Il fabbisogno energetico serale e notturno, invece, resterà a carico della rete pubblica, come già avviene.

 

Print Friendly, PDF & Email