Sono l’accademico russo Sergey Alekseenko e il professore australiano Martin Green i due vincitori dell’edizione 2018 del Global Energy Prize. Il riconoscimento, Istituito dalla Global Energy Association con il supporto delle principali società energetiche russe Gazprom, FGC UES e Surgutneftegas, premia ogni anno le ricerche più all’avanguardia nel comparto energetico, progetti che portano un impatto positivo a livello globale e introducono tecnologie utili per affrontare le sfide dell’innovazione in campo energetico.La cerimonia di premiazione si è tenuta ieri a Mosca. Durante la cerimonia i due scienziati hanno ricevuto il premio dalle mani del ministro dell’Energia russo Alexander Novak.

Le due ricerche premiate

In particolare Sergey Alekseenko è stato premiato per la sua ricerca nel settore dell’energia termica e Martin Green per un progetto sugli sviluppi nel fotovoltaico  con un focus su efficienza e sulla riduzione dei costi delle celle solari. I due scienziati condivideranno il premio e la cifra $ 600.000 prevista.

La ricerca di Alekseenko, che dirige l’istituto di termofisica di Kutateladze, spiega la nota, “ consente di creare moderne attrezzature per il risparmio energetico e progettare centrali termiche rispettose dell’ambiente, nonché di sviluppare nuovi tipi di bruciatori, metodi di trattamento termico dei rifiuti solidi domestici e norme di sicurezza per l’energia nucleare piante”.

La soluzione creata dal  professor Green, direttore del Centro australiano per il fotovoltaico avanzato di UNSW, è una cella solare PERC, che rappresenta almeno un quarto della capacità di produzione mondiale di celle solari e la cui quota di mercato è in rapido aumento, perché ha un vantaggio di efficienza altri tipi di cellule.

Il commento del ministro Novak

Idealmente – ha spiegato il ministro Alexander Novak nel suo discorso, come si legge in una nota – qualsiasi fonte di calore e luce dovrebbe essere pulita, ecologica ed economicamente vantaggiosa per la società, oltre che sicura ed economica per il consumatore. L’emergere di tali fonti e in generale la traiettoria dello sviluppo energetico dipende dalle soluzioni tecnologiche fornite dai migliori scienziati, i vincitori del Global Energy Prize. Estendo le mie sincere congratulazioni ai vincitori del 2018 per il loro contributo al mondo della scienza e dell’energia, voi siete leader assoluti nei vostri campi”.

Print Friendly, PDF & Email