Autorità, estendere la platea di possibili beneficiari del bonus

15

bonus elettrici“Ampliare la platea dei possibili beneficiari dei bonus elettricità e gas a favore dei clienti economicamente disagiati e dei malati che utilizzano apparecchiature elettriche salvavita”. Questo lo scopo della segnalazione 273/2014/I/com inviata al Governo da parte dell’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico.

Questa segnalazione, inviata alla Presidenza del Consiglio, ai ministri dello Sviluppo economico, dell’Economia e delle Finanze, del Lavoro e delle Politiche sociali, contiene diverse proposte utili per ampliare il numero dei possibili beneficiari dei bonus elettricità e gas a favore dei clienti economicamente più disagiati. Più nello specifico, “l’Autorità ha proposto alcuni interventi migliorativi ai decreti attuativi dello sconto sulle bollette (oggi è circa il 20% sull’energia elettrica e del 15% per il gas), con particolare riferimento all’estensione dei potenziali destinatari, ai criteri di accesso all’agevolazione e all’importo sul quale calcolare il bonus.

Inoltre, nella segnalazione sono contenute anche proposte per potenziare la riduzione della spesa energetica delle famiglie cosiddette vulnerabili e per introdurre diversi miglioramenti rispetto all’entrata in vigore del dpcm 5 dicembre 2013 n.159 che introduce una nuova modalità di calcolo dell’ISEE.
Fra le misure di sostegno possibili – viene spiegato nella nota – propone poi di integrare la normativa sui bonus (2) con un principio che preveda, nel solo periodo invernale, il dilazionamento del ricorso alla sospensione della fornitura per morosità per i clienti titolari di bonus elettrico o gas. Sarebbe l’Autorità a individuare le modalità di attuazione più efficaci, tenuto conto anche della necessità di preservare l’equilibrio economico delle aziende.

Per quanto riguarda le proprie competenze l’Autorità “ha avviato un procedimento per adottare ulteriori misure di tutela dei clienti economicamente svantaggiati che possano affiancarsi al bonus elettrico e/o gas ad esempio per consentire ai titolari di bonus di scegliere l’offerta più conveniente, in modo da ridurre ancor più la spesa ad esempio attraverso l’applicazione automatica ai titolari del bonus delle migliori condizioni di offerta in circolazione, nei casi in cui l’offerta attivata in precedenza dal cliente stesso non sia già la migliore.
Inoltre, per agevolare le modalità di pagamento delle forniture e prevenire l’eventuale morosità dei clienti titolari del bonus elettrico e/o gas, l’Autorità vuole inserire la possibilità di ricorrere alla rateizzazione in modo più agevolato rispetto alle condizioni attuali”.

Le proposte nello specifico:

– indicizzazione annuale del livello di ISEE soglia per migliorarne la capacità di intercettare il disagio economico;

– rivalutazione del bonus ponendo la spesa al lordo delle imposte come riferimento dello sconto anziché la spesa al netto delle imposte;

– estensione del bonus anche ai clienti che utilizzano gas diversi dal gas naturale se distribuiti su reti urbane;

– estensione del bonus anche agli utenti di teleriscaldamento;

– perfezionamento del processo di assegnazione di Carta  Acquisti per rendere praticabile l’automatismo di attribuzione del bonus elettrico ed estenderlo al bonus gas;

– campagna informativa istituzionale che coinvolga i ministeri competenti e recuperi almeno parte degli aventi diritto che ad oggi non hanno richiesto il bonus.

Print Friendly, PDF & Email