A Bologna si parte con Solingo, lo scooter a “riserva solare”

33

Coniugare il rispetto per l’ambiente alla possibilità di smaltire il traffico cittadino. Questo l’obiettivo di Wayel, azienda del Gruppo Termal, che assieme a Rinnova scrl, partecipata dell’Università di Bologna, ha realizzato Solingo.

Il nuovo scooter elettrico è dotato sia di una batteria solare, che alimenta il motore anteriore da 250 W, sia di una tradizionale, per supportare il motore posteriore da 500 W adoperato in condizione di marcia. Nel caso in cui quest’ultima si esaurisca, il veicolo entra in modalità Solar, sfruttando la riserva solare e riducendo la velocità. Inoltre, possiede il booster per utilizzare simultaneamente il motore anteriore e posteriore tenendo premuto un pulsante sul manubrio.

Chi sceglierà di adottare il veicolo eviterà di pagare il bollo per i primi 5 anni e potrà sfruttare i contributi statali per mezzi a basso impatto ambientale; inoltre, avrà pieno accesso alle zone ZTL.

Parte del progetto di rilocalizzazione della produzione, che comprende già le bici a pedalata assistita Futura e Trilogia 2.0, lo scooter elettrico verrà prodotto a pieno regime nel primo stabilimento italiano totalmente ecosostenibile che sta sorgendo a Bologna su un terreno di 7.100 mq. Il primo Solingo è stato consegnato al Comune di Bologna.

Print Friendly, PDF & Email