A+ A A-

Italian way to sustainable landfill

“Ideally sustainable landfill is the one that doesn’t exist, but in reality there’ll always be a materials’ minimal amount we will put in these locations”. Pietro Jarre, GEAM (Associazione Georisorse e Ambiente) President, explains this way the demand for manage the best way these environmental plants, nowadays suffering for cruel social and political disapprovals.

Between your training courses one is dedicated to “sustainable landfill” concept. How do you realize it?

Today we have the requirement to be socially, economically and ecologically sustainable. In first case a dump is sustainable when is located in a minimal social’ impact site, in order to give steady job on site and foreseeing from the beginning a final reutilization fruitful for the area. We have economic sustainability when costs are reduced, forecasting a biogas’ recycling to generate earnings for post closing’ advantage, when we have to have a reutilization , for example with photovoltaic systems’ implementation. Lastly, ecological sustainability is given by a management and post management with a minimal leachate’ production. Today we even try to use landfill like a wealth recovering material.

Italian landfills actualize this model?

In our country we made significant steps in recycling. We didn’t reach EU targets, but we are far ahead than twenty years ago and close to European average, considering however that EU’ widening let getting in some countries not so virtuous. In Italy we have many examples, not only up north, of biogas and leachate recycling. The risk, instead, comes when we use incinerators to work off materials to be recycled, moving from “everything in landfill” to “everything in incinerator”. A situation to be counterbalanced.

On the whole, anyway, I would not give a negative opinion about Italian landfills, considering, for example, that in water and biogas’ treatment we are champions in plant design and we have a lot to teach to other countries. This excellence, then, always fights against bureaucratic and administrative problems. One of the complications is given by the many districts when we try to manage just as many separated fields, comprehensible by a political point of view, not by a technical one.

From urban wastes to special ones, does the situation change?

We could do more, considering that we send too much abroad, for example to Germany’s halite mines, where we forward garbage low dangerous for the ambient that we could work off better here, but is difficult obtaining authorizations. In Torino, for example, there’s a landfill, recently expanded, working off biggest past of Italian dangerous garbage and it’s an example.

In occupational terms, how much is garbage’ sector worth?

Garbage’s prevention and management brings lot of work to young engineers, geologists, surveyors and consultants. Maybe, in the future, not anymore linked to landfills but in the supply chain.

Rubriche

Nel Mare del Nord un parco eolico gigante

THINK TECH - Redazione, 29-06-2017

Nel Mare del Nord un parco eolico gigante

Una gigantesca centrale elettrica offshore, totalmente rinnovabile, che fornisce elettricità a una popolazione tra i 70 e i 100 milioni di persone di 6 diversi Paesi che si...

La vernice high-tech che produce energia

THINK TECH - Redazione, 29-06-2017

La vernice high-tech che produce energia

Un’innovativa vernice “solare”, in grado di produrre energia. E’ la scoperta, come si legge su Futurism.com, di due ricercatori del Royal Melbourne Institute of...

Raccolta rifiuti, a Milano arriva T - Riciclo il veicolo a energia solare

THINK TECH - Redazione, 29-06-2017

Raccolta rifiuti, a Milano arriva T - Riciclo il veicolo a energia solare

 

Si chiama T- Riciclo ed è un veicolo a pedalata assistita, alimentato a energia fotovoltaica, con cui Comune di Milano e...

Se l’acqua si attinge andando sull’altalena

THINK TECH - Redazione, 28-06-2017

Se l’acqua si attinge andando sull’altalena

 

credit photo YEW Guida World Design

E’ stata ribattezzata  “ben Seasow’ ed è un’invenzione tanto semplice quanto efficace per attingere l’acqua in modo divertente, che va incontro...

Edifici più efficienti nel Mediterraneo con il progetto Stepping

EFFICIENZA - Redazione, 28-06-2017

Edifici più efficienti nel Mediterraneo con il progetto Stepping

Parte il progetto Stepping per stimolare la diffusione degli EPC-Energy performance contract e l'efficientamento energetico degli edifici pubblici dei paesi europei mediterranei.

I partecipanti di Stepping

Finanziato nell'ambito...

Entro il 2017 +40% di rinnovabile nelle bioplastiche Mater-Bi di Novamont

THINK TECH - Monica Giambersio, 27-06-2017

Entro il 2017 +40% di rinnovabile nelle bioplastiche Mater-Bi di Novamont

Entro il 2017 Novamont, azienda specializzata nel settore delle bioplastiche e dei biochemicals, innalzerà, su base volontaria, il contenuto minimo di rinnovabile di tutta...

Uno studente progetta i LED per Torrita di Siena

EFFICIENZA - Redazione, 27-06-2017

Uno studente progetta i LED per Torrita di Siena

Torrida di Siena, comune nella provincia per l'appunto di Siena, sarà illuminato a LED.

E’ uno studente della Fondazione ITS ‘Energia e Ambiente’ con sede a Colle...

Vacanze ai Caraibi per le microreti

SMART CITY - Redazione, 27-06-2017

Vacanze ai Caraibi per le microreti

WEB Aruba N.V., la maggiore utility di Aruba, isola olandese dei Caraibi, ha stabilito di generare entro il 2020 metà della propria energia annua media da rinnovabili e...

Inquinamento indoor, i rischi delle micotossine

ARCHITETTURA_2.0 - Redazione, 27-06-2017

Inquinamento indoor, i rischi delle micotossine

Le tossine prodotte dalla muffa, le cosiddette micotossine, che si formano sulle pareti delle nostre case, possono diffondersi anche per via aerea. E’ la scoperta di un...

La città è intelligente se inclusiva, la proposta Enea

SMART CITY - Redazione, 26-06-2017

La città è intelligente se inclusiva, la proposta Enea

La città del futuro non è solo intelligente. Sostenibilità e inclusività sono, secondo Enea, le parole chiave che disegnano una smart city efficace.

Integrare tecnologie dalla casa alla città

Consulta la versione precedente del sito di

Gruppo Italia Energia © 2013 | Via Valadier 39, Roma

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy