La geotermia a bassa entalpia permette di riscaldare, raffrescare e fornire acqua calda in una abitazione al “solo” costo della pompa di calore il che per un appartamento di circa 100mq significa tra i 200 e i 300 costi di energia complessiva come spiega Tommaso Mascetti consigliere del Consiglio Nazionale Geologi (CNG) e coordinatore della Commissione geotermia del Consiglio, incontrato nel corso del convegno “Geotermia a Bassa Entalpia” organizzato in collaborazione con l’Ordine dei Geologi del Lazio e la Fondazione Centro Studi del CNG che si è svolto a Roma lo scorso 28 giugno.

Un vantaggio tecnologico che però sembrano sfruttare in pochi visti i dati che segnalano la geotermia presente solo con un 3% nel paniere di rinnovabili italiano. Una tecnologia che invece potrebbe “coprire tutto il fabbisogno energetico italiano” spiega a Canale Energia il presidente del CNG Francesco Peduto. Il problema è normativo, manca una direzione nazionale e le poche regioni che hanno agito in tal senso lo hanno fatto con regolamenti frammentati e spesso in contraddizione tra loro.

Geotermia ed effetto Nimby

La geotermia inoltre in Italia non gode di una buona fama, troppo spesso confusa con quella ad alta entalpia, i cui effetti si stanno studiano meglio recentemente, è vittima del Nimby.

Cosa differenzia la geotermia a bassa entalpia da quella ad alta? Chiediamo a Tommaso Mascetti

 

Se voglio inserire nel mio condominio un impianto geotermico, posso farlo facilmente anche se la struttura non è stata progettata a priori così. Posso inserire a posteriori un impianto geotermico? Quanto spazio mi servirebbe e soprattutto quanto può venire a costare?

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Agnese Cecchini
Giornalista, video maker, sviluppo format su più mezzi (se in contemporanea meglio). Si occupa di energia dal 2009, mantenendo sempre vivi i suoi interessi che navigano tra cinema, fotografia, marketing, viaggi e... buona cucina. Direttore di Canale Energia; e7, il settimanale di QE ed è il direttore editoriale del Gruppo Italia Energia dal 2014.