Festeggiare l’estate e allo stesso tempo promuovere consapevolezza sull’importanza di tutelare  il nostro pianeta. E’ questa la doppia anima dell’iniziativa  “Jova Beach Party – Divertimento, innovazione, economia, esperienza, ambiente e senso del tempo”, il tour estivo di Jovanotti che nelle diverse tappe affronterà anche tematiche legate al mondo della sostenibilità ambientale. Il live show del cantante, frutto della collaborazione con il WWF,  vedrà infatti, svolgersi i diversi concerti in 14 spiagge italiane (da Olbia a Praia a Mare e Albenga) e anche in una località di montagna.

Le critiche di Messner

In particolare sulla scelta della località di montagna, in cui si terrà il concerto il prossimo 24 agosto, non sono mancate polemiche. Il luogo prescelto è la cima di Plan de Corones in Alto Adige, a 2275 metri di altitudine, dove l’alpinista Reinhold Messner ha aperto uno dei suoi musei dedicati alla storia dell’alpinismo. Proprio Messner, a inizio aprile, si era mostrato critico sul progetto, come si legge sul quotidiano la Repubblica: “Non posso vietarlo, ma lo farei se potessi”, aveva detto.

La replica di Jovanotti

La replica di Jovanotti non si era fatta attendere ed era arrivata con post sulla sua pagina Facebook.  Non discuto con Messner di montagna, non mi permetterei mai, ma sui concerti ho qualcosa da dire e il nostro progetto per l’estate è serio, accurato e soprattutto nuovo, realizzato con criteri ambientali che oggi non sono solo possibili ma anche importanti da mostrare al pubblico, soprattutto ad un pubblico come è il mio, sensibile ai temi chiave del presente”, aveva scritto il cantante in un post dell’8 aprile.

E.on tra i partner dell’iniziativa

Tra i partner dell’iniziativa c’è anche E.on, che parteciperà al progetto attraverso la realizzazione di pannelli fotovoltaici per la ricarica di smartphone e altri strumenti con l’energia solare, la compensazione dell’energia utilizzata dal palco mobile “Sbam! Stage”, dedicato ai dj set, tramite l’acquisizione di crediti di forestazione in Italia, nonché la messa a disposizione di biciclette elettriche per la mobilità sostenibile dello staff tecnico.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.