La proposta di Edf “Una soglia dello 0,2% sull’intensità emissiva del metano”

L'Europa può svolgere un ruolo centrale per la riduzione delle emissioni. L'intervista video a Poppy Kalesi, direttore global energy di Environmental defence fund

281

Quali strumenti ha l’Europa per difendersi e contenere le emissioni di metano? Ne parliamo con Poppy Kalesi, direttore global energy di Environmental defence fund, anche a seguito della sua partecipazione nel corso dell’evento di Amici della Terra lo scorso 19 novembre XII Conferenza nazionale per l’efficienza energetica.

“L’Europa è il più grande consumatori di metano al mondo il che la pone in un ruolo centrale rispetto questa risorsa”, ma bisogna agire in fretta. “La finestra per agire è limitata”, ci sollecita Poppy Kalesi, “il primo passo è introdurre uno standard di riferimento sugli acquisti, fare chiarezza su ciò che è accettabile comprare e cosa no“.

La proposta di Edf Defence Fund è l’inserimento di una soglia dello 0,2% sull’intensità emissiva del metano sulle operazioni up-stream entro le 25miglia. Nel video la proposta completa.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Agnese Cecchini
Giornalista, video maker, sviluppo format su più mezzi (se in contemporanea meglio). Si occupa di energia dal 2009, mantenendo sempre vivi i suoi interessi che navigano tra cinema, fotografia, marketing, viaggi e... buona cucina. Direttore di Canale Energia; e7, il settimanale di QE ed è il direttore editoriale del Gruppo Italia Energia dal 2014.