stoccaggio

Firmato un protocollo d’intesa tra Rina, multinazionale di ispezione, certificazione e consulenza ingegneristica e Magaldi green energy, startup di Magaldi Power specializzata in ricerca, sviluppo, produzione e commercializzazione di tecnologie innovative nel settore della generazione e dello stoccaggio di energia rinnovabile.

L’intento è di iniziare una collaborazione per sviluppare nuove tecnologie, e gestire progetti nell’ambito dei rispettivi settori e servizi. Inoltre, l’obiettivo è misurare i benefici Esg (Environmental, social, governance) del sistema Magaldi Green Thermal Energy Storage (Mgtes).

L’accordo prevede anche il reciproco coinvolgimento in attività di ricerca e sviluppo di nuove tecnologie nel settore della generazione e dello stoccaggio di energia rinnovabile, nonché le attività di analisi e di certificazione della tecnologia Mgtes, il sistema di stoccaggio di Magaldi Power, che consente di accumulare e conservare sotto forma di energia termica quella proveniente da fonti rinnovabili.

È già previsto che, un impianto pilota per applicazione industriale di questa tecnologia venga creato presso il Rina Innovation Hub di Castel Romano, vicino Roma.

Questa unione rafforzerà l’individuazione di strumenti di ricerca finanziata e di accesso a programmi nazionali ed europei; Rina sarà un “system integrator” che coordinerà la gestione di progetti complessi attraverso il project management.

Ugo Salerno, presidente e amministratore delegato di Rina, ha dichiarato: “Con Magaldi Green Energy, uno dei player più rilevanti nell’ambito delle tecnologie industriali, avremo la possibilità reciproca di promuovere e sostenere lo scambio di know-how e di esperienze, contribuendo allo sviluppo di soluzioni per lo stoccaggio di energia termica volte ad accelerare la transizione energetica. Rina metterà a completa disposizione di Magaldi Green Energy le proprie competenze ingegneristiche, nel campo dei materiali avanzati e nella definizione di adeguati indicatori Esg”.

Mario Magaldi, presidente di Magaldi green energy, ha dichiarato: “Le tecnologie di accumulo dell’energia consentono di superare il problema dell’intermittenza delle fonti rinnovabili. Per questo i sistemi di accumulo sono tra gli elementi chiave per abilitare la transizione energetica. Magaldi green thermal energy storage acquisisce energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili e rilascia energia termica on demand ad alta temperatura, fino a 600°, secondo le esigenze dell’utenza industriale, con una efficienza di ciclo globale prossima al 90%. I sistemi di Thermal energy storage consentono la generazione continua 24/7 di energia termica rinnovabile per i processi termici ad alta temperatura, rappresentando così una risposta concreta all’esigenza di sostituzione del gas per la decarbonizzazione del settore industriale e riduzione della CO2. Il primo impianto pilota, realizzato nella nostra sede di Buccino, in provincia di Salerno, è già in esercizio”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.