Torre Intesa SanpaoloSi chiama Torre Intesa Sanpaolo ed è il grattacielo dell’omonima banca progettato da Renzo Piano a Torino. Realizzato nel 2014 dopo 5 anni di lavoro occupa una superficie di 7.000 metri quadrati ed è alto 166 metri. Tra le sue peculiarità che ne fanno un edificio ad alta sostenibilità ci sono il rivestimento in vetro, l’alimentazione geotermica e l’illuminazione a LED.

Efficienza energetica e isolamento termico

Per evitare dispersioni e consumi energetici sotto la soglia dell’efficienza, inoltre, è stato installato un sistema di isolamento termico tra l’edificio e la grande insegna luminosa posta al trentesimo piano, ad un’altezza di 119,5 metri. L’intervento, completato nel 2016, ha visto la Schöck Italia installare 36 giunti termici che hanno consentito di realizzare un “collegamento termo isolato” di elementi in acciaio. In questo modo si evitano fenomeni di condensa derivanti dal potenziale scambio termico tra il telaio di sostegno esterno dell’insegna e le mensole di supporto interne che, passando attraverso opportune aperture nella facciata isolante in vetro, si collegano alla struttura portante dell’edificio.

“La criticità più sostanziosa era legata alla delicata fase di montaggio dell’insegna e, in particolare, alla movimentazione in quota degli elementi e al sollevamento di questi per oltre cento metri”, conclude una nota.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.