In Italia, nel periodo compreso tra Gennaio 2017 e Marzo 2018, i frigoriferi preferiti dai consumatori sono stati quelli in classe A+ , scelti dal 46,2% dei cittadini. Al secondo posto si sono collocati quelli A++ (36,2%), mentre al terzo gli A+++ (15,4%). E’ uno dei tanti dati emersi dalla ricerca realizzata da Topten, un portale dedicato alla valutazione delle performance energetiche degli elettrodomestici, in collaborazione con Idealo Magazine. Un’analisi che, incrociando dati su prezzo, efficienza energetica e classe energetica, ha misurato il costo in bolletta del frigorifero in un periodo di utilizzo pari a 15 anni.

Dallo studio è emerso come, sul fronte dell’attenzione all’ambiente, il nostro paese risulti un po’ indietro rispetto ad altre nazioni europee. In Germania, ad esempio, la classe energetica A+++ ha raggiunto una diffusione del 36,7%, mentre in Spagna arriviamo al 29,8%. A far compagnia all’Italia nel gruppo dei Paesi meno virtuosi nell’acquisto di frigoriferi A+++ ci sono anche Francia e Regno Unito.

Una valutazione dei diversi modelli

Nell’ambito dell’analisi è stata inoltre realizzata una classifica dei frigoriferi con etichetta energetica A+++. In particolare sono state analizzate le due tipologie più comuni di questo elettrodomestico: il frigorifero combinato da incasso o a libera installazione – due sportelli frigo & freezer – e il frigorifero senza congelatore.

Tra i frigoriferi a più elevata efficienza sul mercato – spiegano i realizzatori della classifica –  abbiamo selezionato i venti modelli con il migliore indice di efficienza energetica EER (acronimo per Energy Efficiency Ratio) e calcolato il numero di anni in cui il costo dell’elettricità è compensato dal risparmio massimo possibile sull’acquisto iniziale, ottenuto grazie alla comparazione prezzi nel periodo compreso tra il 18 Aprile 2017 e il 18 Aprile 2018”

 

Print Friendly, PDF & Email