Entso-E Entosog

Entsoe (European network of transmission system operators for electricity) ef Entsog (European network of transmission system operators for gas) hanno pubblicato lo scorso 7 ottobre la bozza congiunta di un report di scenario in vista del Tyndp 2022 (Ten-year network development plans), pietra miliare per il suo stesso processo di sviluppo, e con lo sguardo puntato alla Cop26 di Glasgow. Hanno contestualmente lanciato una consultazione pubblica, aperta fino al 18 novembre 2021, per raccogliere i commenti degli stakeholder.

Per la prima volta, gli scenari utilizzano nuove metodologie di “accoppiamento settoriale” e strumenti di modellazione dedicati, sia per ottimizzare l’efficienza complessiva del sistema e l’uso della flessibilità, che per cogliere meglio le interazioni e le nuove dinamiche delle interfacce tra i diversi settori di utilizzo finale, a diverse scale geografiche e con altri vettori.

È anche la prima volta che gli scenari hanno modellato idrogeno ed elettrolisi su scala pan-europea. Jan Ingwersen, direttore generale della Entosog, ha commentato in una nota stampa: “L’integrazione e l’innovazione saranno fondamentali per soddisfare le esigenze dei consumatori europei di energia, raggiungendo anche gli obiettivi di neutralità climatica dell’UE entro il 2050. L’idrogeno avrà un ruolo importante sia per il sistema del gas che per quello dell’elettricità, in quanto sosterrà gli sforzi di decarbonizzazione e collegherà i due sistemi”.

Un sistema energetico europeo integrato

Il regolamento UE 347/2013 richiede che i Tso (Transmission system operator) europei del gas e dell’elettricità facciano utilizzo di scenari per i loro rispettivi piani di sviluppo decennali della rete (Tyndp), che siano di supporto al processo di selezione del sesto Pci (Projects of common interest) da parte della Commissione Europea.

Il lavoro sugli scenari è importante e va intrapreso, non solo per testare le esigenze e i futuri progetti delle infrastrutture di gas e elettricità ma anche per cogliere le diverse interazioni tra esse. In questo modo si potrà valutare l’infrastruttura di un sistema energetico integrato.

“L’efficienza energetica, l’integrazione dei sistemi e l’innovazione sono fondamentali per raggiungere le emissioni nette zero. Ciò richiederà una vasta gamma di azioni da parte di tutti i settori della società. Questo è il motivo per cui abbiamo lavorato a stretto contatto con numerose parti interessate per costruire il rapporto di scenario e continueremo per tutto il processo Tyndp”, ha detto in nota Sonya Twohig, segretario generale, Entsoe.

I dati della domanda e dell’offerta raccolti dai Tso del gas e dell’elettricità vengono utilizzati per costruire il “National trends”, lo scenario principale basato sulle politiche energetiche e climatiche degli Stati membri, che riconosce gli obiettivi climatici dell’UE. 

Gli scenari “Global ambition” e “Distributed energy” sono sviluppati come scenari energetici completi, cioè non limitati a gas ed elettricità, e sono costruiti in linea con l’obiettivo dell’Accordo di Parigi e gli sforzi dell’UE a 27 per ridurre le emissioni di gas serra al 55% entro il 2030 e azzerarle entro il 2050.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.