La riduzione delle emissioni inquinanti è uno degli elementi chiave per favorire la lotta al cambiamento climatico che l’Ue ha messo al centro del suo green new deal. Sull’importanza di perseguire questi risultati si è soffermato in questi giorni anche il segretario al tesoro dello Scacchiere Simon Clarke che, come scrive la Reuters, ha specificato che la Gran Bretagna continuerà a erogare incentivi per ridurre le emissioni dei trasporti anche dopo la Brexit.

Obiettivi di riduzione delle emissioni in Germania

Rimanendo in tema di riduzione delle emissioni, la Germania invece ha registrato nel 2019 una riduzione dei ritmi di installazione di impianti eolici e solari. Un trend che potrebbe, secondo una valutazione del think tank Agora, citata in un articolo della Reuters, influire sul raggiungimento degli obiettivi prefissati in ambito decarbonizzazione.

Solo per citare qualche numero, durante l’anno appena passato la capacità di eolico onshore nel Paese si è attestata di un valore di 700 megawatts (MW), il valore più basso negli ultimi 20 anni, secondo Agora, che prevede per il 2020 l’incremento di un solo nuovo gigawatt.

Per quanto riguarda invece il settore solare nel 2019 la capacità installata è cresciuta del 30% rispetto all’anno precedente, attestandosi a 4 gigawatt, dato che potrebbe confermarsi anche per il 2020. Tuttavia questo scenario, in base alle valutazioni del think tank, non riuscirebbe a bastare per raggiungere i 4,5 GW necessari ogni anno fino al 2030 per bilanciare le criticità del comparto eolico.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.