L’impegno globale contro l’inquinamento da plastica è in continua crescita. Sono sempre di più le aziende e le istituzioni che aderiscono a iniziative concrete per favorire un approccio green a questo materiale.

Il “New Plastics Economy Global Commitment”

Un riciclo del 60% degli imballaggi in plastica, con l’obiettivo di arrivare al 100% entro il 2025. Sono alcuni dei numeri che descrivono l’impegno delle realtà aderenti al “New Plastics Economy Global Commitment”, l’iniziativa volta a favorire un approccio green alla plastica che coinvolge aziende e istituzioni su scala mondiale. Il progetto è stato lanciato circa un anno fa e ora un report, realizzato dalla Fondazione Ellen MacArthur, in collaborazione con il Programma ambientale delle Nazioni Unite, fa il punto sui risultati raggiunti dalle diverse realtà che hanno aderito a questo percorso virtuoso. 

Un impegno trasversale

Dall’analisi emerge inoltre come i firmatari si siano impegnati ad aumentare la plastica riciclata nei loro imballaggi di oltre cinque volte, dal 4% al 22%, entro il 2025. Inoltre la domanda di materiale riciclato per gli imballaggi di queste realtà entro il 2025 supererà i 5 milioni di tonnellate all’anno.

Solo per citare un esempio, il produttore di materie plastiche Indorama ventures ha annunciato di voler investire 1,5 miliardi di dollari nella produzione di almeno 750.000 tonnellate di PET riciclato all’anno entro il 2025. Inoltre le aziende operanti nel settore del  riciclo che hanno firmato l’iniziativa si sono dette disponibili a quadruplicare collettivamente la quantità di plastica riciclata prodotta entro il 2025.

Progressi promettenti

“In tutto il mondo le persone chiedono alle aziende e ai governi di agire per fermare l’inquinamento da plastica – sottolinea  Sander Defruyt, responsabile della New plastics economy presso la Ellen MacArthur foundation – le aziende leader e i governi si sono fatti avanti firmando l’impegno globale e ora possiamo vedere progressi promettenti in anticipo. Ciò include importanti impegni per ridurre l’uso della plastica vergine, l’introduzione di progetti pilota di riutilizzo e una domanda senza precedenti di plastica riciclata negli imballaggi. Ma c’è ancora molta strada da fare ed è cruciale accelerare e ridimensionare tali sforzi, e più aziende e governi prendono provvedimenti per eliminare l’inquinamento da plastica alla fonte”.

Coca-cola punta sulla plastica riciclata in Svezia

Sempre in tema di plastica, è di questi giorni l’annuncio di Coca- Cola di voler iniziare a usare bottiglie in Pet fatte solo di plastica riciclata. Un primo step che dovrebbe poi portare a estendere questa scelta in tutto il mercato dell’Europa occidentale. Con la scelta fatta in Svezia si otterrà una riduzione di circa 3.500 tonnellate di plastica.

Il progetto Race For Water Odyssey a Hong Kong 

Per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della lotta all’inquinamento da plastica è stata inoltre realizzata “Race For Water Odyssey”, un’imbarcazione della superficie di 512 metri quadrati dotata di pannelli solari. A partire dal 2015 l’innovativa barca tocca diverse località del mondo diffondendo il messaggio dell’importanza di un approccio sostenibile alla plastica e in generale agli oceani. L’imbarcazione con il suo equipaggio di esperti, ingegneri e ambientalisti, è recentemente approdata a Hong.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.