A Castelfranco Veneto nuovi cestini pubblici per migliorare la raccolta dei rifiuti e tutelare il decoro urbano

799

produzione di rifiuti MarcalloIl comune di Castelfranco Veneto (TV) si appresta a sostituire i cestini per la raccolta dei rifiuti. Sono in arrivo nuovi contenitori che andranno a sostituire quelli oggi presenti nel territorio comunale, molti dei quali, causa maltempo, incuria e vandalismo, sono gravemente danneggiati, tanto da essere stati scherzosamente rinominati “i cestini con il prolasso”. Ora tutti i circa 580 cestini del municipio di Castelfranco Veneto, non solo quelli del centro, saranno sostituiti da nuovi contenitori, pensati per una corretta raccolta differenziata dei rifiuti anche fuori casa. Il tutto a costo zero per le tasche comunali (leggasi cittadini).

La struttura ei nuovi cestini

I nuovi cestini sono realizzati per garantire una facile separazione delle varie tipologie di scarti, oltre a limitare l’abbandono di rifiuti, l’uso improprio dei cestini e facilitare lo svuotamento da parte degli addetti alle raccolte. Sarà inoltre rivista la distribuzione dei cestini nel territorio e le frequenze di svuotamento, ponendo una particolare attenzione al luogo in cui saranno posizionati i nuovi contenitori, e alla tipologia di rifiuti maggiormente prodotta nella zona.

La distribuzione dei nuovi cestini

La nuova distribuzione, che sarà, funzionale anche a una maggior decoro urbano, è il frutto di un progetto che il consiglio di Bacino Priula ha promosso e studiato dalla fine 2019 per adattarlo al territorio municipale. Per promuovere l’iter, ogni comune del Bacino ha scelto come procedere con i cestini da dismettere e il comune di Castelfranco Veneto ha deciso di optare per la cessione a titolo gratuito dei cestini, come ricordato dall’assessore all’ambiente, Roberto Filippetto: “Abbiamo sottoscritto questo accordo con Contarina che per il Comune ha notevoli vantaggi. Innanzitutto sarà rinnovato l’arredo urbano e per tutti sarà più facile fare la raccolta differenziata anche fuori casa. Inoltre i circa 580 cestini pubblici ora dislocati nel territorio comunale di proprietà del Comune, saranno ceduti gratuitamente a Contarina che si occuperà del loro corretto smaltimento. I nuovi cestini che verranno installati saranno di proprietà di Contarina che si occuperà quindi del loro acquisto, ma anche della manutenzione o sostituzione in caso di rottura. Per il Comune quindi non ci saranno spese da sostenere”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Domenico M Calcioli
Pubblicista dal 2007, scrive per il Gruppo Italia Energia.