Il settore del cibo è uno dei comparti dove continuano a crescere gli input legati alla tecnologia. Soluzioni di ultima generazione che puntano a creare un approvvigionamento di cibo più sostenibile. Il tema nel nostro Paese è centrale, sia per l’attenzione al cibo che tradizionalmente ci contraddistingue, sia per il lascito di un evento come expo 2015, che ha diffuso una maggiore consapevolezza sull’intera filiera. Il tutto accendendo i riflettori sull’importanza di promuovere una gestione sostenibile in questo comparto, sia da un punto di vista ambientale che da un punto di vista sociale.

Intelligenza artificiale

Ultimo esempio in ordine di tempo dello stretto connubio tra cibo e tecnologia è il progetto che ha visto la collaborazione tra la distilleria svedese Mackmyra, il colosso informatico  Microsoft e Fourkind, una società finlandese del settore tecnologico. Il risultato è stata la creazione della prima ricetta al mondo di whisky realizzata da un’intelligenza artificiale. In particolare i modelli di machine learning hanno sfruttato la piattaforma Azure cloud di Microsoft e hanno elaborato i dati delle ricette della distilleria insieme ai numeri delle vendite e alle preferenze dei clienti, creando una ricetta originale di whiskey.

Cibo e stampa 3D

Un altro filone del settore food tech è quello legato alla stampa 3D. Alcuni macchinari sono già in grado produrre alimenti con questa modalità innovativa. Si tratta, solo per fare degli esempi, del Foodini di Natural Machines, Chef3D di BeeHex e ChefJet di 3D Systems. Inoltre un ristorante aveva provato ad aprire a Londra cavalcando l’onda di questo trend. Tra i soggetti interessati a questo settore innovativo del food c’è anche la NASA, che già nel 2013 aveva collaborato con con BeeHex per realizzare una stampante 3D capace di produrre una pizza pronta per essere infornata. 

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
CONDIVIDI
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.