La francese Nhoa supporterà la rete elettrica peruviana

371
mercato elettrico all'ingrosso europeo ACER
foto Pixabay

Nhoa (già Engie Eps) annuncia l’aggiudicazione di un sistema di accumulo di energia chiavi in mano da 30MWh per Engie energía Perú.

L’infrastruttura verrà infatti realizzata a Chilca, cuore della produzione energetica peruviana.

Con questo progetto Nhoa consolida la sua comprovata esperienza nell’ammodernamento delle centrali termoelettriche. Una scelta destinata quindi alla riduzione delle emissioni di CO2 a livello del sistema elettrico.

L’impianto per lo stoccaggio di energia a batteria è destinato alla centrale da 800MW di Chilca. Migliorerà la stabilità della rete peruviana. Fornirà, inoltre, servizi di regolazione primaria della frequenza, portando benefici economici e aumentando l’efficienza del sistema.

Annunciamo questo traguardo con entusiasmo: è la terza operazione di retrofitting di una centrale termoelettrica sviluppata da Nhoa per il gruppo Engie. E il più grande progetto di questo tipo in America Latina. I nostri ingegneri hanno progettato un sistema di accumulo di energia ottimizzato che garantisce le prestazioni richieste minimizzando l’impatto e i costi”. Commenta così Luca Roccia, vice presidente Americas di Nhoa.

Il progetto di Chilca è stato sviluppato da Nhoa energy, la global business line del Gruppo. L’unità si occupa dell’accumulo stazionario di energia. Facendo leva sulla sinergia tra l’engineering center italiano e la sede americana responsabile dei progetti di stoccaggio di energia in Nord, Centro e Sud America.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Pubblicista dal 2007, scrive per il Gruppo Italia Energia.