cdm dl semplificazioniIl Cdm ha approvato ‘salvo intese’ il decreto Semplificazioni. “Il testo – spiega una nota del Governo  costituisce un intervento organico volto alla semplificazione dei procedimenti amministrativi”. Ma anche “all’eliminazione e alla velocizzazione di adempimenti burocratici, alla digitalizzazione della pubblica amministrazione, al sostegno all’economia verde e all’attività di impresa”. 

(Clicca qui per vedere la conferenza stampa di presentazione)

Dal Cdm via libera DL Semplificazioni: dall’edilizia alla greeneconomy

Quattro i settori principali su cui interviene il decreto:

  • semplificazioni in materia di contratti pubblici ed edilizia;
  • semplificazioni procedimentali e responsabilità;
  • misure di semplificazione per il sostegno e la diffusione dell’amministrazione digitale; 
  • semplificazioni in materia di attività di impresa, ambiente e green economy;

DL Semplificazione, dal Cdm interventi per ambiente e green economy

Per quanto riguarda in particolare le misure di sostegno alla tutela dell’ambiente e alla green economy, gli ambiti interessati in cui interviene il provvedimento vanno dalla Via, alla bonifica dei Sin, fino ai fondi per il dissesto idrogeologico.

Razionalizzazione delle procedure di Via

Il decreto introduce in particolare la razionalizzazione delle procedure di valutazione d’impatto ambientale (Via) associate alle opere pubbliche”. Oltre a questo prevede l’esclusione dall’obbligo di assoggettabilità alla Via e al regime dei beni e interessi culturali per interventi urgenti di sicurezza sulle dighe esistenti prescritti dal Mit, che non trasformino in maniera significativa gli sbarramenti.

Siti di interesse nazionale, dissesto idrogeologico e Zea

Nel provvedimento viene normata inoltre la semplificazione delle procedure per interventi e opere nei luoghi oggetto di bonifica nei Siti di interesse nazionale (Sin). In secondo luogo si stabilisce la velocizzazione dei tempi di assegnazione dei fondi contro il dissesto idrogeologico ai commissari. E la razionalizzazione degli interventi nelle Zone economiche ambientali.

DL Semplificazioni, le misure su rinnovabili ed e-mobility

Le misure riguardano inoltre semplificazioni in materia di interventi su progetti o impianti alimentati da fonti di energia rinnovabile, nonché punti e stazioni di ricarica per veicoli elettrici. Il testo introduce poi una nuova disciplina sui trasferimenti di energia rinnovabile dall’Italia agli altri paesi europei, con benefici per le casse dello Stato. E infine l’estensione ai piccoli comuni (fino a 20.000 abitanti) del meccanismo dello “scambio sul posto altrove”,  per incentivare l’utilizzo di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili.

Dalle foreste al Green new deal

Nel testo compare inoltre un piano straordinario di manutenzione del territorio forestale e montano per soddisfare le esigenze di miglioramento della qualità delle superfici forestali secondo direttrici incentivanti e di semplificazione. Ma anche semplificazioni per il rilascio delle garanzie pubbliche da parte di Sace a favore di progetti del Green new deal.

Le semplificazioni in ambito edilizio

In ambito edilizio, Il decreto prevede in primo luogo la semplificazione degli interventi di demolizione e ricostruzione e delle procedure di modifica dei prospetti degli edifici.

Accelerazione delle procedure edilizie e rigenerazione urbana

In secondo luogo, si stabilisce l’accelerazione dei termini di svolgimento delle procedure edilizie tramite una conferenza di servizi semplificata per acquisire l’assenso delle altre amministrazioni. In terzo luogo si introduce il rafforzamento degli incentivi per gli interventi di rigenerazione urbana, con la riduzione del contributo di costruzione da pagare al Comune.

Proroga validità titoli edilizi

E’ prevista inoltre la proroga della validità dei titoli edilizi. E infine la previsione del rilascio su richiesta dell’interessato circa l’intervenuta formazione del silenzio assenso da parte dello sportello unico edilizia (Sue).

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.