Si auspica un rapido e tempestivo avvio di campagne pubblicitarie informative relative al termine del servizio di maggior tutela per tutti i clienti finali”(Data prevista per la fine mercato tutelato ai cittadini è il 10 gennaio 2024 ndr.).

È quanto scrive la commissione Industria del Senato nel suo parere favorevole con osservazioni reso mercoledì sullo schema di decreto Mite concernente “criteri e modalità per l’ingresso consapevole nel mercato dei clienti finali di energia elettrica e gas interessati dal superamento dei regimi di prezzi regolati, nonché criteri per assicurare la fornitura di energia elettrica alle microimprese che, alla data del 1º gennaio 2023, non avranno scelto un fornitore sul mercato libero” (atto n. 397).

Lo stesso giorno è arrivato anche il via libera, senza osservazioni, della omologa commissione X (Attività produttive) della Camera.

Assegnata questa settimana alle commissioni X delle Camere, inoltre, la richiesta di parere parlamentare sulla proposta di nomina di Gilberto Dialuce a presidente dell’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile (Enea).

Senato della Repubblica

Con 140 voti favorevoli, 4 contrari e 12 astensioni, l’aula del Senato ha approvato ieri (con modifiche) il Ddl n. 2646 di conversione del DL n. 68, recante disposizioni urgenti per la sicurezza e lo sviluppo delle infrastrutture, dei trasporti e della mobilità sostenibile, nonché in materia di grandi eventi e per la funzionalità del Mims. Il provvedimento passa ora all’esame della Camera.

Sempre ieri la commissione Industria ha avviato l’esame, in sede referente, del Ddl n. 2469-B – Legge annuale per il mercato e la concorrenza 2021, collegato alla manovra di finanza pubblica (già approvato dal Senato e successivamente modificato dalla Camera). Il provvedimento è atteso in aula la prossima settimana (qui il dossier di documentazione del Servizio studi).

Di rilievo, infine, anche il sì dell’aula dato mercoledì alla alla riforma del regolamento del Senato (Doc. II, n. 12) a seguito della riduzione del numero dei parlamentari. Tra le novità l’istituzione di una VIII commissione con competenza su ambiente, transizione ecologica, energia, lavori pubblici, comunicazioni e innovazione tecnologica.

Camera dei deputati

Mercoledì l’aula ha dato via libera (con 193 voti favorevoli, 2 contrari e 7 astensioni) alla proposta di risoluzione n. 1 alla “Relazione al Parlamento predisposta ai sensi dell’articolo 6 della legge n. 243/2012 (Doc. LVII-bis, n. 5) sull’aggiornamento degli obiettivi programmatici di finanza pubblica e del relativo piano di rientro in relazione all’aumento del costo delle materie prime e, in particolare, del gas e dell’energia elettrica”.

Depositata a Palazzo Montecitorio, infine, la proposta di legge a firma Muroni (Green Italia) recante “Introduzione di messaggi per promuovere la mobilità sostenibile in alternativa all’utilizzo delle autovetture nella pubblicità di automobili” (atto n. 3447).

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Nato ad Avellino, giornalista professionista, laurea in comunicazione di massa e master in giornalismo conseguito all’Università di Torino. È direttore della rivista CH4 edita da Gruppo Italia Energia. In precedenza ha lavorato nel settore delle relazioni istituzionali e ufficio stampa, oltre ad aver collaborato con diversi media nazionali e locali sia nel campo dell’energia sia della politica. È vincitore di numerosi premi giornalistici nazionali e internazionali.