idrogeno bp Inghilterra
foto Pixabay

Bp (società del Regno Unito operante nel settore energetico) ha confermato di stare progettando un nuovo impianto di produzione di idrogeno verde su larga scala nel nord-est dell’Inghilterra. Impianto che potrebbe fornire fino a 500 MWe (megawatt elettrici) di produzione di idrogeno entro il 2030.

Da sviluppare in più fasi, HyGreen Teesside dovrebbe abbinare la produzione alla domanda e basarsi sulla sua esperienza pregressa per ridurre i costi.
Bp mira ad avviare la produzione entro il 2025, con una fase iniziale di circa 60 MWe di capacità produttiva di idrogeno installata. La decisione finale di investimento sul progetto è prevista per il 2023.
Hygreen Teesside è l’ultimo impianto aggiunto al portafoglio integrato di business di bp nel Regno Unito, che comprende 3 GW lordi di eolico offshore nel Mare d’Irlanda, la fornitura di 16mila punti di ricarica nel Regno Unito entro il 2030 e l’accordo di partnership tra bp e la città di Aberdeen (Scozia).

L’obiettivo di decarbonizzare i trasporti

Bp sta lavorando con l’industria, le amministrazioni locali come la Tees valley combined authority (Tvca) e il governo britannico per accelerare la decarbonizzazione nei trasporti.
I progetti di idrogeno blu e verde dell’azienda nel Teesside, insieme al progetto proposto di energia “Net zero Teesside”, dovrebbero sostenere ulteriormente lo sviluppo economico e la rigenerazione di quest’area, creando posti di lavoro di alta qualità sia nella fase di costruzione che in quella operativa. I progetti sosterranno l’istruzione locale, lo sviluppo delle competenze e di una catena di fornitura di idrogeno altamente qualificata basata nel Regno Unito.

“L’idrogeno a basso contenuto di carbonio sarà essenziale per decarbonizzare i settori industriali hard-to-abate, tra cui il trasporto pesante”, ha detto Louise Jacobsen Plutt, vicepresidente senior di bp per l’idrogeno e il Ccus “Insieme, HyGreen e H2Teesside possono contribuire a trasformare il Teesside nel cuore verde del Regno Unito, rafforzando comunità e imprese. Questo è esattamente il tipo di energia che vogliamo creare e soprattutto fornire”.

Il primo grande hub di trasporto dell’idrogeno del Regno Unito

HyGreen Teesside dovrebbe favorire lo sviluppo di Teesside come primo grande hub di trasporto dell’idrogeno del Regno Unito, aprendo la strada alla decarbonizzazione su larga scala del trasporto pesante, degli aeroporti, dei porti e della ferrovia nel Regno Unito.

La capacità combinata di 1,5 GW di HyGreen Teesside e H2Teesside potrebbe costituire il 30% dell’obiettivo del governo britannico di sviluppare 5GW di produzione di idrogeno entro il 2030. Le industrie del Teesside rappresentano oltre il 5% delle emissioni industriali del Regno Unito e la regione è sede di cinque dei primi 25 responsabili delle emissioni del Paese.

I diversi protocolli d’intesa

Bp ha già annunciato una serie di protocolli d’intesa con potenziali clienti industriali per l’idrogeno nell’area di Teesside, comprese le operazioni già esistenti e pianificate, mentre cresce la domanda per l’idrogeno che dovrebbe essere prodotto da H2Teesside.

Bp ha anche recentemente firmato un protocollo con Daimler Truck per guidare sia lo sviluppo di infrastrutture a idrogeno che l’introduzione di camion a celle a combustibile a idrogeno nel Regno Unito.
HyGreen Teesside costituirebbe un ulteriore passo in avanti nello sviluppo del business dell’idrogeno di bp e il suo primo progetto di idrogeno verde nel Regno Unito.
La società sta seguendo dei progetti per la produzione di idrogeno verde anche nelle sue raffinerie di Rotterdam nei Paesi Bassi, Lingen in Germania e Castellon in Spagna. Ha inoltre condotto uno studio di fattibilità che identifica le opportunità per la produzione di idrogeno verde in Australia occidentale e, recentemente, è stata scelta come miglior offerente per sviluppare un centro di produzione di idrogeno verde ad Aberdeen.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.