Conoscere la povertà energetica attraverso i progetti europei

Webinar 30 novembre ore 10

L’Europa sta ponendo sempre più attenzione al fenomeno della povertà energetica

Diversi i progetti finanziati che ne stanno approfondendo le dinamiche, ma non solo. Sono in atto diversi studi legati ad altri aspetti dei consumi energetici come l’impatto sociale, la risposta o meno a strategie di efficienza energetica l’avvio o meno di comunità energetiche. Tutto questo può offrirci un altro sguardo su questo fenomeno sempre più diffuso in Europa.

I poveri energetici sono gli anziani con pensioni basse, ma anche le famiglie numerose monoreddito e sta aumentando anche il numero di giovani alle prime esperienze di lavoro o studenti fuori sede ad essere afflitti dal costo energetico del caro vita.

Un povero energetico non può scaldarsi ne difendersi dalle ondate di calore e raffrescarsi.
E’ più soggetto ad ammalarsi e a peggiorare ulteriormente il proprio stato di salute anche mentale.

Guardare anche ad altri fenomeni e al diffondersi o meno di tecnologie che potrebbero permettere una risposta più efficace a contrastare il fenomeno.

Di questo parleremo nel webinar organizzato da Canale Energia founder dell’Alleanza contro la povertà energetica.

Partecipa a questo evento online per scoprire di più sulla povertà energetica e sui progetti Europei che stanno affrontando questa problematica. Saranno presentati dati, prospettive e sviluppi recenti, offrendo un’opportunità unica per approfondire la conoscenza su questo tema cruciale.

Non perdere l’occasione di contribuire alla discussione su come combattere la povertà energetica in Europa.

Parteciperanno ai lavori alcuni brand ambassador dell’Alleanza e ospiti di altri progetti europei:
Fabio Gerosa, CEO Fratello Sole, Laura Bano e Rose Ortolani consulenti; Alessandro Fiorini ricercatore Enea; Agatino Nicita tecnologo del Cnr-Itae; Tiziana Toto responsabile per le politiche ai consumatori dell’associazione Cittadinanza Attiva.
A moderare i lavori Agnese Cecchini, direttrice responsabile di Canale Energia e cofounder dell’Alleanza.

Rispettivamente presentarono i risultati dei seguenti progetti:

Enersoc: gestione sociale della energia domestica. Si tratta di un progetto che ha dato vita a uno strumento web di gestione dell’energia presentato da Ecodès e destinato agli operatori sociali che aiutano le persone vulnerabili a risparmiare sulle bollette energetiche. Offre un sistema intuitivo per facilitare l’esecuzione di una diagnosi energetica e consente di raccogliere dati sulla situazione socio-economica delle famiglie.

EnpowerMed: EMPOWERING WOMEN TO TAKE ACTION AGAINST ENERGY POVERTY pone particolare attenzione agli aspetti relativi alla salute e al ruolo delle donne. L’impegno è analizzare l’esclusione sociale e sull’impatto per la salute mentale delle persone in povertà energetica.

Enpoor: l’acronimo di “Actions to Mitigate Energy Poverty in the Private Rented Sector”. Si è concentrato sull’impatto verso chi è in affitto e vive la povertà energetica anche perché non aiutato dall’edificio che lo ospita.

Serun breve acronimo che indica il più esteso progetto “Social Energy Renovations: Maximizing social impact and boosting clean energy investments in the non-profit sector through de-risking, aggregation, and capacity building”. L’idea è rafforzare l’impatto sociale che coinvolge la mitigazione della povertà energetica, i miglioramenti nella disuguaglianza sociale, salute, benessere, produttività, alfabetizzazione finanziaria e coesione sociale generale.

Newcomers: l’acronimo di “New clean energy communities in a changing European energy system” (NEWCOMERS). Questo progetto è incentrato su raccomandazioni pratiche per sostenere nuove comunità energetiche e aiutarle a sviluppare i loro potenziali benefici per i cittadini e l’Unione dell’energia.

Nudge: NUDging consumers towards enerGy Efficiency through behavioral science. Ovvero come la scienza comportamentale può aiutare i cittadini verso la transizione energetica.

Print Friendly, PDF & Email

Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.