Protocollo di intesa sui rifiuti urbani tra Uni e Arera

Economia circolare, servizi di gestione integrata dei rifiuti, qualità e continuità. I temi al centro dell'iniziativa

292

Protocollo di intesa sui rifiuti urbaniSiglato un Protocollo di intesa sui rifiuti urbani tra Uni, Ente italiano di normazione e Arera, Autorità di regolazione per energia reti e ambiente per la redazione di linee guida, prassi di riferimento e norme tecniche nel settore dei rifiuti urbani, dalla raccolta e trasporto allo spazzamento e al lavaggio strade, al trattamento, al recupero e allo smaltimento.

Un approccio per favorire “l’armonizzazione tra autorità competenti e sistema della normazione tecnica volontaria in piena sintonia con il principio di sussidiarietà delineato dal Nuovo approccio comunitario”, spiega in una nota il direttore normazione Alberto Galeotto. “Uni ritiene molto importante questa collaborazione con l’Autorità, riconducibile all’individuazione di ambiti e argomenti di interesse comune e finalizzata alla definizione di un quadro regolamentare (deliberazioni) supportato da un quadro normativo (norme/Pdr Uni) di natura consensuale.”

I temi oggetto del Protocollo di intesa sui rifiuti urbani

I temi oggetto del protocollo sono: qualità, continuità e sicurezza dei servizi di gestione integrata dei rifiuti urbani e criteri per la misurazione della qualità e quantità della raccolta differenziata dei rifiuti e infine la definizione di norme e prassi di riferimento in materia di economia circolare, con particolare riferimento al riutilizzo e al riciclaggio dei rifiuti.

L’intesa avrà durata triennale, rinnovabile, con  l’obiettivo di garantire un’azione permanente di coordinamento e consultazione che avverrà tramite l’organizzazione di incontri su temi specifici e la costituzione di gruppi di lavoro per l’aggiornamento e la manutenzione di norme tecniche e prassi di riferimento, e di favorire il processo di armonizzazione a livello europeo.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.