Estate asciutta e precipitazioni. L’outlook di MeteoGroup

MeteoGroup –  Previsione estate 2017 (Giugno – Agosto)

Sono previste in prevalenza condizioni di tempo mediamente più caldo e asciutto del normale sulle zone centrale e occidentale europee durante l’estate del 2017, quando la presenza dell’alta pressione diventerà dominante.

Condizioni di tempo singolarmente caldo e asciutto si potranno estendere alle estremità occidentali, tanto da interessare, a volte, gran parte dell’Europa occidentale. Per la fine di maggio è previsto, sul versante alpino, un breve rialzo termico, accompagnato da tempo asciutto. Mentre è difficile che possa restare con la stessa intensità nella prima metà di giugno, ulteriori rialzi termici ricorrenti sono previsti sull’Europa occidentale, soprattutto a Luglio e Agosto. L’affidabilità della previsione è più bassa nella prima metà dell’estate, poiché segnali contrastanti provenienti da vari indicatori previsionali non forniscono indicazioni univoche, soprattutto riguardo il settore nord-occidentale dell’Europa.

Zone di bassa pressione sull’Atlantico settentrionale porteranno porzioni di tempo mite, umido e ventilato in GB, Francia occidentale, Spagna nord-occidentale e Scandinavia occidentale durante la prima metà di giugno. Temperature della superficie marina sopra la media ridurranno il rischio di freddo inaspettato in Europa occidentale. Nella prima metà di giugno condizioni di alte temperature e tempo asciutto interesseranno soprattutto il sud e il versante orientale. Uno spostamento verso il versante nord occidentale che stabilizzerà le condizioni di tempo caldo e asciutto sull’Europa nord occidentale e la Germania, è più probabile durante la seconda metà dell’estate 2017. In Germania la produzione di energia solare, probabilmente, sarà sensibilmente superiore a quella prodotta dal vento.

Le precipitazioni

Dopo un inverno molto asciutto su gran parte dell’arco alpino (con un livello dei fiumi e delle riserve idriche in continua diminuzione), ci sono segnali di un’estate più asciutta del normale su buona parte del territorio alpino. Sono previste precipitazioni più copiose della media stagionale sulle regioni meridionali italiane fino a quelle dei Balcani meridionali, con temporali sparsi su quest’ultime. Tempo umido è previsto anche nelle regioni del’estremo nord est europeo, originato da imponenti masse d’aria di provenienza occidentale sulla Scandinavia settentrionale da metà a fine estate.

Lo sviluppo lento e irregolare di un El Nino debole durante questa estate, collegato agli schemi della temperatura della superficie marina del nord Atlantico e a una fase positiva dell’Oscillazione del Nord Atlantico ad Agosto, rappresentano alcuni dei fattori portanti di questo modello previsionale. L’affidabilità della previsione è massima riguardo i settori centrale, meridionale e orientale dell’Europa, è inferiore riguardo l’Europa nord-occidentale.

Print Friendly, PDF & Email