Pier 55, a New York l’oasi green tra i due vecchi moli

255

Un giardino sorretto da colonnine che fuoriescono dall’acqua con boschetti e prati per offrire al visitatore relax e tranquillità. E’ Pier 55 il progetto, in fase di realizzazione a New York, nell’ambito del quale il vecchio molo sull’Hudson River, in stato di totale abbandono, diventerà una nuovo polmone green e high tech per la città. L’idea è quella di utilizzare quest’oasi green,  di cui sono iniziati recentemente i lavori di costruzione, anche per ospitare iniziative di tipo culturale. 

Qualche numero sul progetto

La struttura, che si estende per una superficie di 1,1 ettari, sarà sorretta, come si legge sul sito Science et vie, dai 330 pali in cemento, potrà ospitare fino a 3500 persone e sarà dotato di un anfiteatro da 800 posti.

Tutelare la biodiversità 

Uno degli elementi chiave del progetto è la tutela della biodiversità. L’idea dell’architetto inglese Thomas Heatherwick e del paesaggista americano Mathews Nielsen è quella di piantare almeno 30 diverse specie di alberi, 70 tipi di arbusti e 200 tipologie di piante. 

 

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.