Centodieci firme per il Manifesto: “Uscire dalla pandemia con un nuovo Green deal per l’Italia” . Altrettante imprese italiane pesantemente colpite dalla pandemia Covid-19 lanciano oggi l’iniziativa per rilanciare un’economia avanzata, decarbonizzata e circolare.

manifesto nuovo green dealIl Manifesto per un nuovo Green deal mostra la volontà dei firmatari di stimolare la resilienza del sistema socio-economico alle pandemie. Così da accelerare il passaggio a un’economia che riduca l’uso di risorse primarie e la produzione di rifiuti e da incrementare la capacità di risposta alle minacce legate alla crisi climatica.Manifesto Green deal Italia e primi 110 firmatari

Per un sistema produttivo resiliente, i firmatari scommettono su: produzioni di qualità, agricoltura sostenibile, bioeconomia rigerenativa, rigenerazione urbana green, turismomobilità sostenibile, innovazione digitale.

Domani il Manifesto sarà inviato al Governo, al Parlamento e agli esponenti delle istituzioni europee. La raccolta adesioni proseguirà (chi vuole aderire può cliccare qui).

Leggi qui il Manifesto

Il commento dei firmatari del Manifesto

“Rifinanziare tutto l’esistente per ritornare alle condizioni economiche precedenti alla pandemia è, in questa emergenza, quasi un riflesso condizionato, ma sarebbe doppiamente sbagliato”, commenta in una nota stampa Edo Ronchi, presidente della Fondazione per lo sviluppo sostenibile, fra i promotori. Perché “si rifinanzierebbero anche attività che invece andavano cambiate, innovate o convertite” non investendo risorse sufficienti “per i cambiamenti verso l’economia del futuroche non può che essere green, decarbonizzata e circolare”.

Le 110 firme

Giorgio Arienti (Ecodom), Alessandra Astolfi (Ecomondo – Italian Exhibition Group), Alessandra Barocci (Acciaieria Arvedi Spa), Catia Bastioli (Novamont), Luca Maria Bettonte (Erg), Renato Boero (Iren), Davide Bollati (Davines), Fabrizio Bolzoni (Legacoop produzione e servizi), Danilo Bonato (Consorzio Remedia), Filippo Brandolini (Gruppo Hera), Michaela Castelli (Acea), Massimo Centemero (Cic), Maria Paola Chiesi (Chiesi Farmaceutici), Antonello Ciotti (Corepla), Simona Comandé (Philips Italia), Giovanni Corbetta (Ecopneus), Matteo Del Fante (Poste Italiane), Luigi Ferraris (Terna), Andrea Fluttero (Unicircular), Andrea Illy (Illycaffè), Antonio Lazzarinetti (Itelyum), Girolamo Marchi (Federazione carta e grafica), Graziano Marcovecchio (Assovetro), Stefano Masini (Coldiretti), Alessio Miranda (Ing Italia), Carlo Montalbetti (Comieco), Giancarlo Morandi (Cobat), Simone Mori (Elettricità Futura), Francesco Mutti (Mutti), Giorgio Quagliuolo (Conai), Edo Ronchi (Fondazione per lo sviluppo sostenibile), Roberto Sancinelli (Montello), Francesco Starace (Enel), Simone Togni (Anev), Paolo Tomasi (Conou), Giovanni Valotti (Utilitalia), Francesco Vetrò (Gse), Enrico Zoppas (Acqua Minerale San Benedetto), Andrea Arzà (Assogasliquidi /Federchimica), Marco Peruzzi (E2i energie speciali), Gabriele Buia (Ance), Andrea Gibelli (Asstra; Gruppo Fnm), Ignazio Capuano (Burgo group), Salvatore Barone (Castalia), Arnaldo Satanassi (Conip), Tommaso Campanile (Conoe), Gianni Scotti (CoReVe), Pierroberto Folgiero (NextChem), Angelo Bruscino (Ambiente Spa), Marco Versari (Assobioplastiche), Walter Regis (Assorimap), Chicco Testa (Fise Assoambiente), Marisa Parmigiani (Fondazione Unipolis), Giovanni Battista Zorzoli (Coordinamento Free), Bruno Rebolini (Cdc Raee), Marco Frey (Global compact network Italia), Roberto Cavallo (Erica s.c.), Roberto Coizet (Edizioni ambiente), Camillo Ricci (eprcomunicazione), Toni Volpe (Falck renewables), Giovanni Teodorani Fabbri (FaterSMART), Roberto Callieri (Federbeton; Aitec), Eric Ezechieli (Nativa), Sebastiano Marinaccio (Mercatino srl), Domenico Rinaldini (Ricrea), Nicola Semeraro (Rilegno), Luciano Pazzoni (Consorzio Carpi), Rossana Revello (Chiappe Revello associati), Marco Salogni (Chiari servizi srl), Lucia Leonessi (Cisambiente), Chiara Bigioni (Cogedi), Saverio Cecchi (Confindustria Nautica), Marco Luigi Cipriano (Core Spa), Mauro Grotto (Aira), Susanna Martucci Fortuna (Alisea), Antonio Borbone (Angam), Valeria Erba (Anit), Alessandro Andreanelli (Lush), Francesca Tramonto (Antonio Tramonto srl), Carlo Belvedere (Ascomac Cogena), Roberto Magnaghi (Firi; Interseroh), Dario Soria (Assocostieri), Cinzia Vezzosi (Assofermet metalli), Paolo Pozzato (Assofermet rottami), Lucio Ponzanesi (Assogasmetano), Ezio Esposito (Assorem; Ecocentro tecnologia ambientali Spa), Walter Righini (Fiper), Dario Di Santo (Fire), Pietro Negri (Forum per la finanza sostenibile), Isabella Goldmann (Goldmann&partners), Giuliano Dall’Ò (Green building council Italia), Carlo Degano (Hill+Knowlton strategies Italy), Sergio Andreis (Kyoto club), Claudio Merazzi (Ecodyger srl), Enrico Ambrogio (EcoTyre), Nicolas Meletiou (Eso società benefit), Antonio Ferro (Extra), Ombretta Sarassi (Opem), Enrico Morigi (Picozzi & Morigi), Emanuele Plata (Plef), Stefano Bugliosi (Ptsclas), Fabio Magnoni (Rampini), Virginio Trivella (Rete Irene), Mirella Vitale (Rockwool), Simonetta Lombardo (Silverback), Giuseppe Lanzi (Sisifo srl), Federico Garcea (Treedom), Alberto Canni Ferrari (Cdcnpa), Alessia Scappini (Alia servizi ambientali), Antonella Mazzocchia (Fratelli Mazzocchia Spa)

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.