I 3 principali “Dos” e “Don’t” di un viaggio sostenibile

viaggio sostenibile
Source: Unsplash.com

Se da un lato viaggiare può essere un’ottima attività in grado di rinfrancarvi e alleggerirvi l’umore, dall’altro ci sono alcune considerazioni da tenere a mente come viaggiatori. Indipendentemente dal luogo in cui viaggiamo, è nostra responsabilità cercare di ridurre al minimo l’impatto ambientale e preservare l’integrità culturale dei luoghi che visitiamo. 

Viaggiare in modo sostenibile significa fare scelte consapevoli per ridurre la nostra impronta di carbonio, sostenere le comunità locali e proteggere il patrimonio naturale e culturale. Ecco i tre principali “dos” e “don’t” da seguire per viaggiare in modo sostenibile. 

I “dos” del viaggio sostenibile 

Rispettare la cultura e le usanze locali 

Prima di mettere piede in terra straniera, è consigliabile prendersi del tempo e comprendere a fondo la cultura del luogo in cui si viaggia. Rispettate le norme culturali, i codici di abbigliamento e le pratiche sociali. Impegnatevi con la gente del posto con rispetto, imparate alcune frasi di base nella lingua locale e mostrate un interesse genuino per il loro stile di vita. 

Sostenere le comunità locali 

Se viaggiate per sperimentare i valori culturali di un luogo, è meglio optare per alloggi, ristoranti e tour operator che siano di proprietà locale e diano priorità alla sostenibilità. 

Ad esempio, se atterrate in Italia, vi consigliamo di cercare un alloggio sostenibile con cozycozy. Hanno alcune delle migliori opzioni eco-friendly e possono aiutarvi a rendere il vostro viaggio più sostenibile.

Ridurre al minimo l’impatto ambientale 

Riducete la vostra impronta ambientale praticando abitudini di viaggio responsabili. Optate per bottiglie d’acqua riutilizzabili, portate con voi una tazza da caffè ricaricabile e riducete al minimo la plastica monouso. Risparmiate acqua ed energia riutilizzando gli asciugamani e spegnendo le luci quando lasciate l’alloggio. 

Potete anche scegliere opzioni di trasporto ecologiche come camminare, andare in bicicletta o usare i mezzi pubblici quando possibile. 

I “non” del viaggio sostenibile 

Non sostenere attività di sfruttamento 

Quando scegliete le attività da svolgere durante il vostro viaggio, fate del vostro meglio per astenervi da quelle che sfruttano gli animali, come cavalcare elefanti, assistere a spettacoli con animali o sostenere aziende che li maltrattano per divertimento. Potete anche contribuire a un viaggio sostenibile evitando di acquistare prodotti realizzati con pelli di animali.

Non assumere comportamenti irresponsabili 

Comportamenti come l’abbandono di rifiuti e il danneggiamento degli alberi contribuiscono a creare abitudini irresponsabili. Assicuratevi di evitare queste cose e di non assumere comportamenti irrispettosi nei confronti degli abitanti del luogo o del loro patrimonio. 

Non sprecare le risorse 

I viaggi e le gite spesso comportano uno spreco di risorse come l’acqua e l’elettricità. Per garantire un viaggio sostenibile, assicuratevi di evitare un uso eccessivo delle risorse naturali e di adottare misure proattive per conservare le risorse ovunque soggiorniate. 

Limitate le docce lunghe, sia fredde che calde, spegnete l’aria condizionata o il riscaldamento quando non è necessario e riducete gli sprechi scegliendo prodotti con un imballaggio minimo. 

Preoccupandovi di questi aspetti, vi assicurerete che il vostro viaggio sia sostenibile e lavorerete attivamente per ridurre al minimo il vostro impatto sull’ambiente.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.