ricarica

Atlante, società del gruppo Nhoa dedicata all’infrastruttura di ricarica rapida e ultra-rapida per veicoli elettrici, è stata selezionata per un contributo di 22,7 milioni di euro dall’UE nell’ambito del Cef transport, il programma di finanziamento volto a sostenere le infrastrutture di trasporto europee.

Con riferimento al secondo bando del programma Alternative fuels infrastructure facility (Afif), la società si è aggiudicata due progetti per l’installazione complessiva di 215 stazioni di ricarica rapida per veicoli elettrici, di cui 70 in Italia, 55 in Francia, 55 in Spagna e 35 in Portogallo.

1.400 punti ricarica a vantaggio della mobilità elettrica

La creazione di una rete capillare di ricarica rapida e ultra-rapida è fondamentale per consentire ai conducenti di veicoli elettrici di ricaricare i propri mezzi in pochi minuti, con la stessa facilità di una sosta per i motori a combustibili fossili. Il finanziamento dell’UE consentirà ad Atlante di accelerare i suoi piani di implementazione, fornendo opzioni concrete ai conducenti di veicoli elettrici esistenti e potenziali. Le 215 colonnine di ricarica rapida per veicoli elettrici dei progetti includeranno più di 700 fastcharger, corrispondenti a più di 1.400 posti auto elettrificati con dispositivi rapidi e ultra-rapidi.

Le stazioni di ricarica rapida saranno situate lungo la rete stradale transeuropea di trasporto, in parcheggi sicuri e controllati e nei nodi urbani. Tutte le stazioni saranno alimentate al 100% da energia rinnovabile, saranno modulari e progettate in linea con la tecnologia di stoccaggio tramite batterie in loco, per gestire i picchi di carica, e produzione di energia solare.

Leggi anche Enel X Way e Q8 accelerano la diffusione della mobilità elettrica

Uno dei più grandi virtual power plant al mondo

Una volta completata l’installazione, tutti i 1.400 punti di ricarica rapida e ultra-rapida saranno integrati con le reti nazionali, creando uno dei più grandi virtual power plant al mondo. La piattaforma tecnologica alla base è stata sviluppata con la collaborazione di Free2move e Solutions, la joint venture tra gruppo Nhoa e Stellantis, fornitore di tecnologia preferenziale di Atlante.

Tutte le stazioni di ricarica rapida per veicoli elettrici di Atlante saranno accessibili alle persone con ridotta mobilità, aperte 24/24h a tutti i veicoli elettrici e compatibili con ogni standard di ricarica e fornitore di servizi per la mobilità elettrica.

Leggi anche Mobilità elettrica: in Friuli Venezia Giulia al via il bando da 16,5 milioni per il parco auto della PA

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.