Casa efficiente, tanti la vorrebbero ma frenano i costi

L'indagine di Altroconsumo

Image002Come affrontare la transizione energetica a partire dalle proprie abitazioni? Secondo una indagine di Altroconsumo sul grado di conoscenza della transizione energetica e sulle intenzioni degli italiani di rendere le proprie abitazioni più efficienti dal punto di vista energetico evidenzia come per il 72% del campione l’investimento iniziale è il primo scoglio a rendere le proprie case sostenibili. Uno scoglio che secondo il campione comporterà un aumento delle disuguaglianze sociali.

Inoltre per il 68% del campione, gli incentivi del governo italiano per le soluzioni ad alta efficienza energetica sono troppo bassi per convincere i consumatori a cambiare. Inoltre, il 77% ritiene che il governo sia poco chiaro sui tempi di attesa per gli incentivi legati all’efficientamento energetico e sulle procedure necessarie per richiederli.

Rispetto i tempi di ricezione del bonus chi ha beneficiato di incentivi fiscali per soluzioni ad alta efficienza energetica “ha dovuto attendere in media 13 mesi da quando ha presentato richiesta, il 19% ha dovuto attendere più di un anno mentre il 34% li ha ricevuti entro sei mesi dalla richiesta”.

Del campione intervistato 1 persona 3 vive in abitazioni che hanno più di 50 anni. Nel complesso solo il 33% vive in un edificio costruito prima degli anni ’70. Il 50% vive in una casa edificata tra gli anni ’70 e gli anni ’90.  Solo il 17% è in una costruita a partire dal 2000.

Lo scoglio della consapevolezza

La conoscenza dei propri costi energetici e relativi sprechi è uno scoglio importante nel campione esaminato. Infatti solo il 19% sa quale sia la classe energetica della propria abitazione. Il 29% ha idea di quanta elettricità consuma in un anno e il 25%, conosce almeno approssimativamente i propri consumi di gas.

Nel complesso però meno della metà del campione ritiene di avere un buon isolamento domestico. Solo il 50% ritiene che il tetto di casa sia ben isolato, il 42% ritiene che non ci sia un buon isolamento di pareti, mentre il 40% guarda alle finestre  il 38% ai pavimenti

Nonostante le difficoltà il 43% degli intervistati ha già fatto qualche intervento per migliorare l’isolamento dell’abitazione mentre il 23% ha installato qualche dispositivo per migliorare l’efficienza energetica, tra i tanti disponibili. Le lampadine efficienti sono considerate una soluzione pratica e di immediata applicazione.

Print Friendly, PDF & Email

Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.