Scuola E1520350669690Promuovere nelle scuole la raccolta differenziata contribuendo in questo modo al raggiungimento di alcuni degli Obiettivi dello Sviluppo Sostenibile (SDGs) definiti dalle Nazioni Unite.  E’ questo l’obiettivo del progetto pilota #Ambienteascuola, nato da un gruppo di lavoro che comprende Comune di Milano e Amsa, con il supporto dell’Ufficio scolastico Territoriale di Milano. L’iniziativa, promossa con il contributo dei consorzi Cial, Comieco, Corepla e Ricreaè stata approvata oggi dalla Giunta comunale di Milano.

Come funziona

Le classi della scuola primaria e secondaria di primo grado coinvolte sono in tutto 540, distribuite in una trentina di plessi scolastici nei nove Municipi, per un totale di 12mila alunni. Questi alunni parteciperanno a una prima fase sperimentale, durante la quale saranno distribuiti circa 2.400 contenitori nelle classi e negli spazi comuni per plastica e metallo, carta e cartone e indifferenziata (l’umido prodotto dalle mense è già oggi gestito da Milano Ristorazione).

Un passo “importantissimo”

L’avvio di una sistematica raccolta differenziata all’interno delle scuole è un passo importantissimo che questa Amministrazione ha voluto fortemente e che porterà la città, che già oggi arriva quasi al 60% di differenziata, a fare un ulteriore importante passo avanti in questa direzione – commentano in una nota gli assessori Laura Galimberti (Educazione) e Marco Granelli (Mobilità e Ambiente)Nel 2016 era stato richiesto ad Amsa di inserire all’interno del Piano Strategico degli anni successivi la creazione di un gruppo di lavoro per promuovere l’educazione ambientale e oggi possiamo dirci totalmente soddisfatti dei risultati”.

Incontri formativi

Nell’ambito del progetto sono previsti una serie di incontri formativi e informativi in ciascuna delle scuole coinvolte, sia per il personale amministrativo, tecnico e ausiliario, per illustrare il funzionamento e promuovere le corrette prassi del conferimento, sia per i docenti.

n contest che abbina arte e riciclo

Tra le iniziative previste dal progetto anche il contest ‘Cestini in cerca d’autore’. Una gara in cui o ogni classe sarà chiamata a personalizzare in modo creativo i propri contenitori utilizzando qualsiasi tecnica artistica e materiali di riciclo. Alla scuola vincitrice per ciascun ordine scolastico verrà attribuito un premio di 500 euro, messi a disposizione da Amsa – Gruppo A2A.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.