L’infrastruttura Sodeco di Civitavecchia del gruppo Ludoil accoglie il primo carico di biocarburante per l’aviazione Saf

731
aereo aeroporti 2030
Foto di Rakicevic Nenad da Pexels

Le infrastrutture logistiche della Sodeco e Petroli investimenti, del gruppo Ludoil, hanno permesso lo scarico di una nave cisterna. Il vettore trasportava un lotto di oltre 3.500 tonnellate di Saf (Sustainable aviation fuel).

Il combustibile è stato prodotto presso la raffineria Eni di Taranto.

Dove sarà utilizzato il Saf e quali vantaggi porterà

Saranno forniti carburanti e combustibili strategici di nuova generazione che andranno a servire in questo caso la struttura dell’aeroporto di Fiumicino.

In particolare le società del gruppo Ludoil, Sodeco e Petroli Investimenti, hanno portato avanti il progetto con Eni, Aeroporti di Roma e Ita airways.

La fornitura rappresenta un passo in avanti anche in termini di volumi di traffico per il porto di Civitavecchia in un’ottica di transizione energetica.

L’operazione rappresenta un esempio verso una transizione sostenibile del gruppo Ludoil. Coniugando la tradizione con l’innovazione in un’ottica di reale e concreto contributo al cambiamento climatico.

Il Saf rappresenterà nel breve-medio termine uno strumento strategico per contribuire in modo significativo alla decarbonizzazione del trasporto aereo.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.