ricerca sulla fusione nucleareIl governo inglese ha annunciato qualche giorno fa un investimento di 86 milioni di pound da destinare alla ricerca sulla fusione nucleare. In particolare, si prevede di realizzare due centri di eccellenza per il programma di ricerca sulla fusione dell’Airic Energy Authority (UKAEA) del Regno Unito al Culham Science Center, nell’Oxfordshire. L’obiettivo è quello di contribuire a sviluppare l’innovazione tecnologica per quanto riguarda il funzionamento dei reattori a fusione nucleare. L’apertura delle strutture è prevista per il 2020.

Sperimentazioni separate nei diversi centri

Ogni centro di ricerca si concentrerà su aspetti diversi della produzione di energia da fusione nucleare. In particolare, in una struttura gli studiosi cercheranno di capire come elaborare e immagazzinare il trizio, una potenziale fonte di combustibile per i reattori a fusione su scala commerciale; mentre nell’altra struttura si testeranno componenti di diversi prototipi durante la reazione di fusione.

Attualmente un reattore a fusione magnetica più grande è in fase di realizzazione in Francia, mentre – spiega il sito Futurism – il reattore a fusione nucleare più grande al mondo si trova  al Culham Science Center.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.