leonardo snam
La firma degli amministratori delegati delle due aziende. Da sinistra, Marco Alverà e Alessandro Profumo

Siglato oggi un nuovo protocollo d’intesa tra Snam e Leonardo per lo sviluppo dell’economia a idrogeno, ma anche digitalizzazione, monitoraggio, sicurezza fisica e cyber dei processi, delle reti e delle infrastrutture.

Snam e Leonardo insieme per l’idrogeno

In particolare, riporta una nota stampa congiunta, l’accordo si concentrerà sull’introduzione dell’idrogeno nel settore aeronautico, sulla sicurezza cibernetica delle infrastrutture critiche, su tecnologie Internet of Things e sensoristica avanzata per il monitoraggio delle reti energetiche.

Leggi anche Aerei a idrogeno: progetto congiunto di ricerca Airbus-easyJet

Leonardo, come dichiarato in nota dall’amministratore delegato Alessandro Profumo, punta allo “sviluppo di sistemi avanzati per monitorare e difendere le infrastrutture critiche, così come l’evoluzione dei sistemi aeronautici legata alla transizione ecologica” nell’ambito del più ampio piano strategico Be Tomorrow – Leonardo 2030.

Mettere “a fattor comune le competenze e la capacità di innovazione di due eccellenze italiane per sviluppare tecnologie finalizzate a rafforzare la sicurezza delle reti energetiche, ottimizzarne la gestione e decarbonizzare il settore aeronautico attraverso l’idrogeno” è l’obiettivo dell’accordo, spiega l’amministratore delegato di Snam Marco Alverà.

L’accordo avrà durata triennale. Gli ambiti di applicazione spaziano dall’Industria 4.0 alla sicurezza delle infrastrutture, con tecnologie di comunicazione in caso di crisi e sensoristica avanzata fino all’utilizzo di droni e satelliti per il monitoraggio degli asset.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.