auto

La maggior parte dei veicoli ha sistemi di allarme integrati, ma esiste una funzione tecnologica che può essere utilizzata anche se si è lontani dall’auto. Si tratta dell’assistenza connessa ed è progettata per aiutare a prevenire o ridurre le conseguenze dei furti. Gestita tramite l’app FordPass, la funzione SecuriAlert invia un avviso allo smartphone del proprietario qualora venga rilevata un’azione non autorizzata sul veicolo.

Leggi anche Auto connessa e intelligente: un mercato da 1,8 miliardi di euro

Furti d’auto in Italia: i dati

Nei primi cinque mesi del 2021, i furti d’auto in Italia sono aumentati del 25% rispetto allo stesso periodo del 2020. Lo rivela il Dossier sui furti d’auto elaborato da LoJack Italia, secondo cui sarebbero oltre un milione i veicoli sottratti negli ultimi 10 anni: di questi, 682 mila sono autovetture, mentre la restante parte è composta da moto, veicoli commerciali leggeri e mezzi pesanti. Assieme ai furti, è aumentata anche la percentuale di vetture che non rientrano ai legittimi proprietari, nonostante le denunce e l’intervento delle forze dell’ordine.

Si stima che i veicoli rubati nel 2020 sono circa 75 mila con i recuperi dei mezzi che hanno registrato una contrazione del 26%, passando dai 38 mila del 2019 ai 28 mila del 2020. È per questo che si cercano soluzioni sempre più innovative per affrontare il problema. In tal senso, il sistema di assistenza connessa di FordPass guida il proprietario del veicolo nel processo di segnalazione alla polizia con un click e fornisce supporto telefonico 24 ore su 24, inclusa la posizione del veicolo rubato.

Leggi anche Auto connessa, c’è chi dice sì (molti) e c’è chi dice no (pochi)

Assistenza connessa in caso di furto

I proprietari del veicolo possono quindi segnalare il furto con un solo tocco sul display. Dopo l’invio di un avviso, il sistema fornisce i numeri di telefono delle forze di polizia locali in base alla posizione. Il call center dedicato, a seguito della denuncia, disattiva da remoto alcune funzioni del veicolo per rendere più efficiente la sua localizzazione e il suo recupero.

Il servizio, disponibile da quest’anno nel Regno Unito e in Irlanda, verrà esteso ad altri Paesi europei nel corso del 2022.

Leggi anche Ad agosto immatricolazioni auto in calo. Ma è boom di Ecobonus

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.