L’energia solare rappresenta uno dei protagonisti del percorso di transizione energetica che si sta portando avanti su scala globale. Proprio su questo settore ha deciso di scommettere la Polonia che punta attraverso questa fonte energetica ad accelerare l’addio al carbone. Intanto nuovi approcci ai pannelli fv si fanno strada, evidenziando i vantaggi di un rinnovo di queste soluzioni nel breve periodo.

Polonia, triplicare capacità solare entro l’anno

La Polonia ambisce a triplicare la capacità di energia solare entro la fine di quest’anno. A dare l’annuncio, come si legge sulla Reuters, il primo ministro Mateusz Morawiecki in un intervento radiofonico. Nello specifico, l’obiettivo è di arrivare a una capacità fotovoltaica totale di 1.5 gigawatt, un valore che rappresenta il 3% circa della capacità totale del Paese. A vedere i maggiori cambiamenti sarà la regione polacca della Slesia, per la maggior parte dipendente dal carbone. La politica energetica e climatica, ma anche l’innovazione, saranno gli elementi chiave per creare un modello economico futuro adeguato, e quest’approccio sarà fondamentali in Slesia“, ha riportato la Reuters sottolineando come “la sfida sarà enorme“.

E’ l’ora dei pannelli solari a breve termine

Rimanendo in tema di fotovoltaico, uno studio pubblicato sula rivista Joule ha sottolineato come l’approccio ai pannelli solari dovrà subire un’evoluzione. Se prima questi dispositivi erano pensati per durare nel lungo periodo, in media 25 anni, ora che i costi si sono abbassati notevolmente, non è più necessario aspettare così a lungo per una sostituzione. Attraverso l‘analisi di tre diversi tipi di pannelli solari, tra cui un sistema residenziale, commerciale e su scala industriale, i ricercatori hanno scoperto che la sostituzione di questi sistemi dopo 10-15 anni, invece dei tradizionali 25, dà gli stessi benefici ambientali ed economici.

Non è chiaro se nel ciclo di vita del prodotto sia stato valutato l’impatto ambientale dello stesso, considerato lo smaltimento ravvicinato che viene proposto.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.