La green economy è un tema al centro dei dibattiti mondiali. Qui di seguito i dati di uno studio sulle risorse da destinare alla lotta al climate change e l’iniziativa della Bei che erogherà il suo primo finanziamento in Austria.

Investimenti green in calo

Gli investimenti destinati a progetti di riduzione delle emissioni di gas serra e alla lotta al riscaldamento globale hanno registrato un calo dell’11% nel 2018. E questo nonostante il coro unanime che a livello globale continua a ribadire l’urgenza di contrastare questo fenomeno. A dirlo è lo studio “Global Landscape of Climate Finance 2019” della CPI – Climate Policy Initiative, secondo cui i finanziamenti destinati alla lotta al climate change si sono attestati a 546 miliardi nel 2018, rispetto alla cifra boom di 612 miliardi raggiunta nel 2017.

Qualche numero

Secondo la ricerca inoltre gli investimenti dovrebbero crescere almeno di tre volte rispetto al valore attuale fino al 2050. Solo così si potrà avere il 100% di impianti di generazione di energia pulita. A ciò si aggiunge il fatto che i progetti per l’adattamento al cambiamento climatico potrebbero richiedere più di 180 miliardi di dollari all’anno dal 2020. Purtroppo però, spiegano gli esperti, nell’ultimo biennio, la cifra spesa è stata solo di 30 miliardi all’anno, non sufficiente a raggiungere obiettivi concreti.

Austria, dalla Bei 90 mln di euro per la lotta al climate change

Rimanendo in tema di investimenti green, la Bei ha concesso il primo prestito verde in Austria all’azienda Energie Steiermark. La società riceverà 90 milioni di euro di finanziamenti speciali da destinare ad azioni per il clima. I fondi saranno utilizzati per ulteriori misure di espansione della rete e per integrare le energie rinnovabili, nonché per la promozione di altri progetti di efficienza energetica.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.