Indicatori ambientali investimentiGli acquisti sostenibili effettuati dalle amministrazioni sugli strumenti Consip hanno registrato nel 2019 numeri in crescita. Il dato è arrivato a 5,5 miliardi di euro (+10 % rispetto al 2018). Una cifra  corrispondente al 40% del totale degli acquisti sul sistema Consip (13,6 mld/€). E’ quanto emerge dai dati della gestione 2019. Che evidenzia una sempre maggiore attenzione dall’azienda – partecipata al 100% dal ministero dell’Economia e delle finanze – verso la sostenibilità economica, ambientale e sociale.

Acquisti sostenibili, il dettaglio della componente economica

Il dettaglio della componente “economica” evidenzia che il valore degli acquisti “verdi”, in conformità ai Criteri ambientali minimi (Cam) definiti dal ministero dell’Ambiente, si riferisce per 3,0 miliardi alle Convenzioni, per 2,2 miliardi al Mercato elettronico della PA (Mepa) e per i restanti 0,3 miliardi all’utilizzo di Accordi quadro e Sistema dinamico di acquisto della PA (Sdapa).

Coinvolgimento Pmi e contributo a innovazione dei processi d’acquisto

Per quanto riguarda invece il coinvolgimento delle piccole e medie imprese,  si evidenziano 135 mila imprese iscritte al Mercato elettronico della PA (di cui il 99% Pmi). Mentre il contributo all’innovazione dei processi d’acquisto e al soddisfacimento delle esigenze della PA, è testimoniato dalla fiducia delle oltre 12mila amministrazioni pubbliche abilitate all’utilizzo degli strumenti di e-procurement.

Acquisti sostenibili, rendicontazione della componente “ambientale”

Sul fronte della rendicontazione della componente ambientale, si evidenziano inoltre oltre 680 mila contratti dematerializzati attraverso la piattaforma elettronica, corrispondenti a più di 4.600 tonnellate di CO2 non immesse nell’ambiente. Ma anche più di 1,2 milioni di Tep (Tonnellate equivalenti petrolio) risparmiate grazie agli interventi di efficientamento energetico attuati dalle amministrazioni con soluzioni Consip. A questi dati si aggiungono  oltre 30 iniziative di gara che integrano principi e comportamenti di economia circolare.

Ricaduta sociale dell’azione Consip

Se si prende in considerazione la ricaduta “sociale” dell’azione Consip si evidenzia un’attenzione nei confronti delle proprie persone. “Con dati che mostrano una presenza femminile pari al 54% del totale dipendenti, l’87% del personale in possesso di laurea, un tasso di turnover pari al 2,6%. A ciò si aggiunge in tema di trasparenza, integrità, compliance normativa dell’attività aziendale, l’adozione di diversi strumenti (modello di Risk assesment integrato, Piano triennale anticorruzione, piattaforma di whistleblowing, sistema di audit interno, etc.).

Sicurezza sanitaria e informatica

Infine per quanto riguarda l’attenzione alla sicurezza sanitaria, fisica e informatica, si evidenzia l’esclusione delle sostanze nocive verso salute e ambiente nelle iniziative di acquisto, nonché la garanzia di invulnerabilità degli strumenti di procurement da attacchi e incidenti informatici.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.