L’80% degli degli studenti di età compresa tra i 9 e i 13 anni è consapevole del fatto che le fonti fossili sono inquinanti. Il 46% invece sa che cosa vuol dire efficienza energetica e il 60% comprende che le scelte individuali sono determinanti per tutelare il Pianeta. E’ quanto emerge da un sondaggio realizzato su un gruppo di oltre 400 studenti nell’ambito della campagna di informazione e sensibilizzazione sull’efficienza “Salva il kilowattora”, promossa da Green cross Italia ed Enea

Elettrodomestici, consumo di acqua e mobilità

Secondo la ricerca, inoltre, quasi l’84% degli intervistati sa che un elettrodomestico lasciato in stand by consuma elettricità, mentre l’82,6% descrive il Led come la lampadina che risparmia più energia e il 90% degli intervistati conosce la definizione di etichetta energetica. Tuttavia il 53% dei ragazzi ammette di restare sotto la doccia almeno 10 minuti pur sapendo che ne bastano quattro e oltre il 68% preferisce farsi accompagnare in auto a scuola, al cinema o a casa di un amico anche se potrebbe andare a piedi o in autobus.

Metodologia

Il sondaggio è stato realizzato somministrando un questionario di 25 domande ai ragazzi. Le risposte sono state compilate con il supporto degli insegnanti, dopo aver approfondito le tematiche dell’energia e del risparmio attraverso lezioni dedicate. Le domande sono state predisposte da Enea e Green cross, le classi coinvolte provenivano  da 8 diverse scuole d’Italia, le 4a e 5a della scuola primaria e 1a e 2a della scuola secondaria.

La campagna “Italia in Classe A”

“Salva il kilowattora” è una delle iniziative della campagna “Italia in Classe A” promossa dal ministero dello Sviluppo economico e realizzata dall’Enea. Si è partiti a inizio febbraio con la Settimana del risparmio energetico alla quale hanno preso parte oltre 6 mila studenti di 61 istituti scolastici di tutta la penisola. L’obiettivo è incentivare studenti, insegnanti e famiglie a comportamenti “virtuosi” per ridurre i consumi di energia e a coinvolgere il maggior numero di persone, parenti, amici, conoscenti, ma anche istituzioni, enti, associazioni.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.