Energia solare e batterie: il futuro delle rinnovabili passa dall’India

Il report di Iea su India energy outlook 2021 analizza gli scenari dello sviluppo energetico in India nei prossimi vent’anni

528

Dal 2000 il consumo di energia elettrica in India è raddoppiato, con l’80% della domanda soddisfatta da carbone, petrolio e biomasse. L’India diventerà presto il paese più popoloso del mondo, aggiungendo ogni anno l’equivalente di una città delle dimensioni di Los Angeles alla sua popolazione urbana. Per soddisfare la crescita della domanda di elettricità nei prossimi vent’anni, il Paese asiatico dovrà aggiungere un sistema di alimentazione delle dimensioni dell’Unione europea. I dati del report Aie “India energy outlook 2021”.

Il settore elettrico indiano in vetta alla rivoluzione fotovoltaica

Tra tutte le fonti rinnovabili, l’energia solare è destinata a una crescita esponenziale in India. Secondo i dati forniti da Iea nell’India energy outlook 2021, sebbene allo stato attuale il solare rappresenti meno del 4% della produzione di elettricità in India e il carbone quasi il 70%, le proiezioni indicano che tra meno di vent’anni il fotovoltaico rappresenterà il 30% della produzione di energia elettrica totale. Questa inversione di tendenza è guidata dalle ambizioni politiche dell’India, in particolare l’obiettivo di raggiungere 450 GW di capacità rinnovabile entro il 2030.

india energy outlolook2020

Il futuro è nelle batterie

L’India ha una maggiore esigenza di flessibilità nel funzionamento del suo sistema di alimentazione rispetto a quasi tutti gli altri paesi al mondo. Nel breve termine, la grande rete indiana alimentata a carbone soddisfa la maggior parte delle esigenze dell’India, supportata dall’energia idroelettrica e dal gas. In futuro, la necessità di creare nuove linee elettriche e la crescente domanda di energia, come il miglioramento dell’efficienza dei condizionatori d’aria o lo spostamento del funzionamento delle pompe agricole in diverse parti della giornata, dovranno svolgere un ruolo molto più importante, con la creazione di impianti e di sistemi di stoccaggio dell’energia elettrica, che faranno dell’India il leader globale delle batterie.

L’attenzione per il carbone si sposta sull’industria

La stretta del carbone sul settore energetico indiano si sta allentando, con l’industria che rappresenterà la maggior parte dell’aumento della domanda di carbone fino al 2040. Una volta che le centrali elettriche a carbone attualmente in costruzione saranno completate, nei prossimi anni non vi sarà più una crescita per questo settore. I dati dimostrano una riduzione del consumo di elettricità a carbone già nel 2020. Per questo, i fornitori dovranno rivolgersi sempre più ai consumatori industriali indiani piuttosto che al settore energetico privato.

Il petrolio continua a dominare il settore dei trasporti

Secondo le proiezioni, la domanda di energia per il trasporto su strada dovrebbe più che raddoppiare nei prossimi due decenni.

Questo riguarderà soprattutto il trasporto merci su veicoli diesel. Secondo le stime, infatti, entro il 2040 nelle strade indiane circoleranno 25 milioni di camion in più e 300 milioni di veicoli di tutti i tipi verranno aggiunti alla flotta indiana. L’india sta già attuando delle scelte politiche per prevenire una crescita incontrollata della domanda di energia nei trasporti, attraverso l’uso di veicoli meno energivori. Tuttavia, secondo lo Stated policies scenario (Steps) la domanda di petrolio dell’India aumenta di quasi 4 milioni di barili al giorno (mb / d) per raggiungere 8,7 mb / d nel 2040: il più grande aumento di qualsiasi paese.

india energy outlolook2020 2

Lo slancio di energia pulita di oggi consente all’India di superare gli impegni di Parigi

Negli Steps, l’India supera gli obiettivi stabiliti nel suo contributo determinato a livello nazionale (Ndc) ai sensi dell’accordo di Parigi. L’intensità delle emissioni dell’economia indiana migliora del 40% dal 2005 al 2030, oltre il 33-35% stabilito nel suo attuale livello nazionale. Inoltre, la quota di combustibili non fossili nella capacità di generazione di elettricità raggiunge quasi il 60%, ben al di sopra del 40% promesso dall’India. La leadership dell’India nell’implementazione di tecnologie energetiche pulite espande il suo mercato per le apparecchiature solari fotovoltaiche, turbine eoliche e batterie agli ioni di litio a oltre $ 40 miliardi all’anno negli Steps entro il 2040. Di conseguenza, 1 dollaro su 7 speso in tutto il mondo per questi tre tipi di apparecchiature nel 2040 sono in India, rispetto a 1 su 20 oggi. La forza lavoro indiana nel settore dell’energia pulita crescerà di 1 milione nei prossimi dieci anni.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.