constrain

Una sinergia di competenze ed esperienze tra Italia e Slovenia per la protezione sismica degli edifici e la salvaguardia delle persone, grazie all’impiego mirato di moderni materiali compositi fibro-rinforzati. È la base del progetto Constrain (Condivisione e applicazione di strategie innovative per la protezione sismica di edifici in muratura) presentato il 21 settembre a Trieste nell’ambito della Giornata europea della Cooperazione.

Edifici antisismici: il progetto Constrain

Constrain vede coinvolti gli atenei di Trieste e Lubiana, affiancati nel progetto a quattro aziende, due italiane e due slovene. Tra queste figura il gruppo friulano Fibre Net, specializzato nello sviluppo e nella definizione di sistemi strutturali per il consolidamento statico e sismico di edifici e di infrastrutture esistenti. La collaborazione, durata più di due anni, è stata finanziata con 744mila euro di fondi Fesr per lo sviluppo regionale, su un budget totale di 875mila euro.

Il progetto si focalizza sugli edifici in muratura maggiormente esposti al rischio terremoti. I materiali compositi, realizzati attraverso l’unione tra resine termoindurenti, fibre di vetro e di carbonio, rappresentano soluzioni tecniche a limitata invasività e di rapida esecuzione, con ottime prestazioni meccaniche e di durabilità, anche in ambienti esposti a fenomeni estremi. Il vantaggio di Constrain è quello di permettere lo sviluppo di nuovi sistemi costruttivi che prevedono interventi soltanto all’esterno delle abitazioni, ottenendo alti livelli di miglioramento antisismico.

Leggi anche A Benevento il primo edificio H-Zeb zero emissioni a idrogeno

Nuovi sistemi costruttivi ad alte prestazioni

L’annuncio del progetto è stato reso noto in occasione dell’ufficializzazione del nuovo Programma Interreg VI-A Italia-Slovenia 2021-2027, approvato dalla Commissione EU il 3 agosto scorso.

Le esperienze e il know-how condivisi tra i due Paesi hanno condotto alla costruzione di un intero edificio in scala reale, assieme ad altri campioni di prova accessori, realizzati e testati per la valutazione dell’efficacia delle tecniche di intervento. A completamento della campagna sperimentale e dell’elaborazione dei dati acquisiti, è stato inoltre resa nota la definizione di applicativi di calcolo analitico e numerico.

Leggi anche Italgas e Bei sosterranno progetti di efficientamento energetico per gli edifici residenziali

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.