Finanza, politica, tecnologia. Questi sono solo alcuni dei settori coinvolti attivamente nella lotta al cambiamento climatico. Si tratta di ambiti che attraverso scelte mirate e nuovi prodotti all’avanguardia cercano di mettere a disposizione strumenti sempre più performanti per gestire un fenomeno la cui gravità è ormai riconosciuta ampiamente su scala globale. Qui di seguito vediamo alcuni esempi.

La Banca Centrale Svedese vende obbligazioni dei Paesi più inquinanti

La banca centrale svedese ha venduto le obbligazioni emesse della provincia di Alberta in Canada e quelle emesse dagli stati australiani del Queensland e dell’Australia occidentale. La decisione, come si legge sulla Reuters, è legata al fatto che le loro emissioni inquinanti erano troppo elevate e non in linea con un approccio adeguato al contrasto al cambiamento climatico.

Germania, approvata legge per contrastare climate change 

Lo scorso 9 novembre la camera bassa del parlamento tedesco  ha invece approvato una serie di misure in materia di lotta al cambiamento climatico. Si tratta di un provvedimento che punta a garantire il raggiungimento, da parte del paese, degli obiettivi fissati per la riduzione delle emissioni del 55% al 2030. Nel pacchetto si parla, tra i vari punti, di un sistema nazionale di tariffazione del carbonio, di maggiori incentivi per l’acquisto di auto elettriche, di pedaggi stradali più elevati per i camion dal 2023.

Da Ibm un sistema di previsione meteo hi tech

Una questione chiave, dunque, quella del cambiamento climatico che vede un sempre crescente numero di soluzioni tecnologiche volte ad arginare il fenomeno. Ultimo esempio in ordine di tempo è la soluzione Ibm Graf,  lanciata dal colosso informatico in questi giorni. E’ un sistema di previsioni meteorologiche in grado di fornire dati fino a 12 ore di anticipo, coprendo zone del mondo che non non sono state raggiunte finora dalle rilevazioni. Se prima i dati raccolti riguardavano solo gli Stati Uniti, Giappone e alcuni paesi dell’Europa occidentale, ora il nuovo sistema copre anche altre aree del mondo, tra cui Asia, Africa e Sud America, alcune delle regioni più esposte agli effetti del riscaldamento globale. 

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.