Gse promozione sostenibilitàLe centrali elettriche rinnovabili ibride offrono una serie di vantaggi sia sul piano tecnico sia sul piano economico. Tuttavia affinché il loro potenziale sia sfruttato nel migliore dei modi è necessario che, a livello governativo, sia messa in atto una legislazione più chiara. A sottolinearlo è stato il ceo di WindEurope, Giles Dickson, intervenendo a inizio ottobre in una conferenza dedicata al settore.

Centrali elettriche rinnovabili ibride, vantaggi

“La combinazione di tecnologie offre vantaggi tecnici ed economici”, si legge in una nota di Wind Europe. “Le centrali elettriche ibride possono aiutare a massimizzare l’uso dei punti di connessione alla rete. E se c’è una buona complementarità di risorse eoliche e solari nel sito, la produzione di energia è più stabile e dispacciabile”.

Le centrali elettriche rinnovabili ibride in Europa

In Europa attualmente sono presenti 7 centrali eoliche ibride / solari. A queste si aggiungono 22 parchi eolici co-localizzati con lo stoccaggio.

Come far crescere il settore

Tuttavia, spiega Wind Europe in nota, “il dispiegamento di questi impianti accelererà solo se i governi stabiliranno centrali elettriche ibride nel loro quadro giuridico. E forniranno definizioni chiare. Ciò contribuirà a semplificare l’autorizzazione di questi progetti ibridi, poiché non dovranno essere trattati caso per caso. Sono inoltre necessarie disposizioni chiare per il monitoraggio, la tracciabilità della potenza e l’etichettatura di potenza in tali impianti”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.