2.300 TWh di domanda di idrogeno nella UE e in UK entro il 2050

353
idrogeno
Foto di akitada31 da Pixabay

Un aumento di 2.300 TWh della domanda di idrogeno nella UE e nel Regno Unito entro il 2050, di cui di cui 2.000 TWh nella sola Ue. Si tratta di circa il 20-25% della domanda futura di energia delle due aree. Questo quanto emerge da una stima dell’iniziativa European Hydrogen Backbone (Ehb) nel corso di un’analisi sulla fornitura, la domanda e il trasporto futuri di idrogeno in Europa.

I dati vanno ad aggiungersi alla recente mappa Ehb che ha individuato l’infrastruttura per il trasporto di idrogeno in Europa di circa 40.000 km al 2040, collegando 19 Stati membri, la Svizzera e il Regno Unito.

A soddisfare questa domanda una produzione domestica di idrogeno, secondo lo studio, grazie all’uso di rinnovabili. A fare da traino i dati economici dello sviluppo della fonte energetica. Le variabili più critiche quindi saranno quindi l’accettazione pubblica collegata ad una crescita accelerata di capacità rinnovabile attesa, i finanziamenti e la definizione di regole per la creazione del mercato e standard di qualità.

Non mancherà l’apporto dell’idrogeno blu, meno costoso e più disponibile nell’immediato.

Il ruolo delle infrastrutture gas per l’aumento della domanda di idrogeno

Il metanodotto sarà il veicolo ottimale per la importazione del vettore, per questo utilizzare in parte le infrastrutture gas esistenti sarà strategico per lo sviluppo dell’idrogeno. “Il nostro nuovo studio dimostra che l’idrogeno sarà cruciale in vari settori energivori e l’infrastruttura farà da facilitatore per connettere la domanda con la fornitura in Europa e per consentire importazioni che saranno competitive dal punto di vista dei costi”, ha dichiarato Daniel Muthmann, coordinatore dell’iniziativa Ehb e a capo della Strategia, sviluppo, policy e comunicazione di Oge. Il costo di trasporto stimato per l’uso di metanodotti è pari a 0,11-0,21/kg ogni 1.000 km. Un dato che li rende l‘infrastruttura più competitiva, quando si tratta di grandi quantità di energia trasportata, anche rispetto agli elettrodotti.

Gli impieghi di idrogeno

L’uso di questa risorsa energetica è stato pensato per la decarbonizzazione dell’industria, soprattutto in settori energivori quali il siderurgico e nel chimico ad alto valore e per la produzione di carburanti. Produzione di energia elettrica e carburante per il trasporto pesante sono gli altri settori chiave. Infine lo studio ritiene che sarà utilizzato anche nel riscaldamento di edifici ma solo in alcuni paesi

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.