Il tempo è pessimo in tutta Italia…ma le rinnovabili non mollano!

745

BruttotempoIl tempo è pessimo in tutta Italia…ma le rinnovabili non mollano!

 

Ecco la situazione in Italia relativa all’energia eolica prodotta la settimana scorsa (23-29/7/2014) grazie al vento che c’è stato nelle varie regioni.

 

 

Eolicooo  Eolicoscritta

 

 

 

Ecco la situazione in Italia relativa all’energia eolica prodotta la settimana scorsa (23-29/7/2014) grazie al vento che c’è stato nelle varie regioni.

 

Considerando le potenze installate in ogni regione italiana, vediamo che con il vento che ha soffiato la settimana scorsa, grazie all’eolico, la regione che ha prodotto una quantità maggiore di energia elettrica è stata, come quasi sempre, la Puglia, con 40.163 MWh (tasso di carico 17%), tale da coprire il fabbisogno di 635.000 famiglie, in pratica equivalenti a tutte quelle presenti nella regione Marche.  Seconda la Sicilia che, con un tasso di carico leggermente inferiore (13%), nonostante una potenza installata superiore (1.681 MW contro i 1.394 della Puglia) ha prodotto 37.970 MWh, cioè energia per 600.000 famiglie (pari a quelle della regione Friuli Venezia Giulia).
Per quanto riguarda il valore nazionale invece l’energia elettrica prodotta nella settimana appena passata dai parchi eolici italiani, ha coperto il fabbisogno di 2.672.000 abitazioni, in pratica tutte quelle presenti nel Lazio oppure il 10% di quelle italiane!

 
Eolicoitalia  
 Fotovo  Fotoscritta  

In Italia dominano le piogge ed il maltempo in generale, ma la produzione di energia elettrica da fotovoltaico non delude, ben sempre al di sopra del 100% rispetto ai fabbisogni di una famiglia standard. Il picco del 203% è stato raggiunto a Taranto dove una famiglia dotata di impianto fotovoltaico, grazie al sole, ha potuto alimentare per tutta la settimana non soltanto tutti i consumi elettrici propri e quelli del vicino, ma anche il computer di un terzo!

 
 Fotoitalia  
 Termicometeo  Termicoscritta  

Nonostante le temperature non siano proprio esattamente quelle che tutti si aspettano a fine luglio, anche il solare termico non offre soprese rispetto ai valori delle settimane scorse e per la settimana appena passata chi avesse installato un impianto solare sul tetto della propria casa avrebbe potuto beneficiare del 100% delle docce calde e di tutta l’acqua calda sanitaria necessaria per il fabbisogno di una famiglia.

 
 Termicoitalia  
Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Meteo europeo per le rinnovabili e divulgazione al cittadino: