Gennaio 2022 2 300x130
Anomalia della temperatura dell’aria superficiale relativa a gennaio 2022 rispetto alla media di gennaio del periodo 1991-2020. Fonte dei dati: Era5. Credito: Copernicus climate change service/Ecmwf

Gennaio 2022 ha registrato temperature superiori alla media in quasi tutta l’Unione europea. Le temperature erano al di sopra della media in alcune parti dell’Asia centrale e della Russia, al di sotto in buona parte di Canada, Nord Africa e India. . Una notevole ondata di caldo ha colpito il Sud America.

La temperatura di gennaio 2022 in Europa

Nel primo mese del 2022 in tutta l’UE le temperature erano generalmente superiori alla media. I valori sono stati superiori alla media del periodo 1991-2020 dalla Germania all’Europa orientale e in Russia. Ancora, in Scandinavia, nel Regno Unito settentrionale e in Irlanda.

Per esempio a Oslo, Norvegia, è stata registrata la temperatura più alta di gennaio: fino a 12,5°C. Al contrario, in gran parte della Francia e della Spagna nord-orientale, le temperature sono state inferiori alla media. Anche il sud della Grecia e la Turchia hanno registrato valori più freddi.

La situazione a livello globale

Nel resto del pianeta temperature superiori alla media si sono verificate in una regione da sud a nord dall’Asia centrale alla Russia settentrionale e nella penisola di Kamchatka.

Una rilevante ondata di caldo si è sviluppata in Sud America. Argentina e Brasile hanno registrato, infatti, valori superiori a 40° C. Registrando così oltre 75 primati di temperatura in Argentina. Anche la Groenlandia occidentale e una parte dell’Antartide avevano temperature superiori alla media.

L’Australia occidentale, tuttavia, ha rilevato solo una modesta anomalia termica al di sopra de valori  1991-2020. Solo a Onslow, Australia, la temperatura ha raggiunto il massimo mai registrato: 50,7°C.

Al contrario, è stato più freddo della media nella porzione orientale di Canada e Stati Uniti. Anche estese zone del Nord Africa, dell’Africa meridionale, del Brasile, dell’India e dell’Australia meridionale hanno registrato temperature più fredde.

Gli oceani

Le temperature dell’aria erano per lo più al di sopra della media sull’oceano Atlantico. Solo un limitata regione dell’Atlantico settentrionale ha riportato valori inferiori.

Nel Pacifico la situazione è stata più articolata: gran parte delle medie latitudini nell’area settentrionale e meridionale hanno registrato temperature superiori alla media. Valori inferiori lungo la costa del Nord America occidentale, a ovest del Sud America e a sud-est del Giappone.

Anche le regioni tropicali e subtropicali del Pacifico orientale erano al di sotto dei valori medi. Questo a causa delle attuali condizioni di la Niña . Nell’oceano Indiano e nelle parti extratropicali dell’Oceano Antartico, c’era un misto di anomalie di temperatura calda e fredda.

Le variazioni in sintesi

A livello globale, gennaio 2022 è stato:

  • 0,28°C più caldo della media 1991-2020 relativa a gennaio;
  • il sesto gennaio più caldo mai registrato;
  • solo 0,3°C in meno rispetto a gennaio 2020 e 2016, quelli più caldi.

Le variazioni della media europea sono generalmente più grandi e più variabili delle anomalie globali. La temperatura media europea per gennaio 2022 era 0,79°C sopra la media 1991-2020. Il dato è al di fuori dei 10 gennaio più caldi mai registrati.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Pubblicista dal 2007, scrive per il Gruppo Italia Energia.