A febbraio la temperatura globale è rimasta vicino alla media. Gli ultimi dati di Copernicus

313

Nel mondo il valore è rimasto vicino alla media del periodo 1991-2020, anche nel Vecchio Continente le temperature hanno registrato valori nella norma, pur con alcune variazioni sensibili.

Febbraio 2021, secondo i dati diffusi da Copernicus Climate Change Service (C3s), ha registrato una variazione sensibile in alcune zone del continente europeo, con dei valori sopra la media nella porzione meridionale e nelle Svalbard, dove si è registrato un “caldo” insolito, mentre valori più bassi si sono avuti in Russia e nel nord.

I picchi della temperatura massima giornaliera sono stati superati in numerose stazioni di osservazione in Franciala Germania ha registrato un intervallo record dal clima freddo a quello caldo; in alcune zone della Norvegia si sono registrate temperature medie di febbraio prossime ai minimi dal 2010, mentre sono state registrate temperature record in alcune località alla fine del mese. Condizioni calde si sono alternate con il freddo in Grecia e in altri paesi dell’Europa sudorientale.

I cambiamenti climatici di febbraio, rispetto ai mesi precedenti, sono riferibili alla mutata circolazione atmosferica intervenuta.

I valori nel resto del pianeta a febbraio 2021

Condizioni particolarmente fredde si sono verificate oltre all’Europa settentrionale e in gran parte della Siberia, in una seconda regione che si estendeva dall’estremo oriente della Russia, attraverso l’Alaska e il Canada occidentale e raggiungeva l’estremo sud degli Stati Uniti centrali come il Texas, dove si sono verificate interruzioni nell’erogazione dell’elettricità, causate anche dal congelamento delle pale eoliche. Al contrario, le condizioni erano più miti nel nord-est del Canada, in Groenlandia, nell’Oceano Artico e nei mari costieri orientali dalla Groenlandia alla Siberia orientale.

Le temperature sono state anche ben al di sopra della media 1991-2020 di febbraio in una fascia che comprendeva l’Africa nord-occidentale, il Medio Oriente, l’Asia centrale e la Cina. Spostandosi verso sud, le temperature erano leggermente inferiori alla media nelle parti orientali dell’Africa settentrionale, in India e nel sud-est asiatico.

Erano molto inferiori alla media sulla maggior parte delle aree terrestri dell’emisfero meridionale.

Le eccezioni sono state le condizioni più calde presenti nell’estremo meridionale del Sud America, in Angola e nel bacino del Congo e nel Queensland australiano.

copernicus febbraio 2021

Anomalia della temperatura dell’aria superficiale per febbraio 2021 rispetto alla media di febbraio per il periodo 1991-2020. Fonte dati: ERA5. Credito: Copernicus Climate Change Service / ECMWF.

Le differenze delle temperature in breve

La temperatura media globale per febbraio 2021 è stata leggermente superiore alla media climatologica per il periodo 1991-2020, ma meno estrema rispetto a qualsiasi mese da aprile 2015:

  • 06 ° C in più rispetto alla media del periodo 1991-2020 per febbraio;
  • oltre 0,6 ° C in meno rispetto a febbraio 2016, il mese più insolitamente caldo mai registrato;
  • più di 0,5 ° C in meno rispetto a febbraio 2020, il secondo febbraio più caldo;
  • tra 0,2 ° C e 0,5 ° C in meno rispetto a febbraio del 2017, 2018 e 2019, e più freddo di molti altri febbraio nel record.

In Europa, nel mese di febbraio, la temperatura è rimasta all’interno di 0,2° C della media nel periodo 1991-2020, come era avvenuto nel gennaio 2021.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.