Home RUBRICHE INTERVISTE Utility, è tempo di sicurezza

Utility, è tempo di sicurezza

0
Utility, è tempo di sicurezza

Utility, reti e IT: un matrimonio consolidato che vede crescere le sfide a cui è sottoposto. Ma con la crescita delle relazioni tra questi mondi aumenta anche considerevolmente la mole di dati da trasportare e la necessità di porli in sicurezza. Per questo si sente sempre più spesso parlare di cyber security quando si affronta il tema reti e città smart. Ma come correre ai ripari? Diverse sono le soluzioni che possono intervenire nel contesto della sicurezza delle reti.

“Prima la tecnologia che interessava le utility era diversa, le stesse distanze erano diverse, ora c’è molta relazione tra infrastrutture e IT”, spiega ai microfoni di Canale Energia Tali Rosenwaks, executive vice president & head of global technology division di ECI Telecom incontrata in occasione della European Utility Week 2014; per questo aziende come la sua, specializzate in soluzioni prodotti e servizi telco e IT si trovano ad affacciarsi con rinnovato interesse al mondo delle utility.

I primi di novembre, nel corso della European Utility Week ad Amsterdam, hanno annunciato un prodotto specifico per il mondo utility realizzato in collaborazione con Checkpoint azienda di software tecnology. “Tipicamente la cyber security si divide in sette livelli di sicurezza”, chiarisce la Rosenwaks, “ad oggi noi eravamo in grado di coprire dal livello più basso fino al terzo, mentre altre aziende coprono altri livelli, ad esempio dal 4 al 6. Grazie a questo accordo abbiamo realizzato un prodotto in grado di coprire tutti e sette i livelli di sicurezza. Attualmente siamo gli unici in grado di offrire una soluzione di protezione così completa”.

Qual è il vostro market business, a questo prodotto è stato pensato per un segmento di mercato specifico?
Siamo una compagnia globale, abbiamo contratti in tutto il mondo con le più grandi compagnie telecom e utility, anche in Italia. Abbiamo un mercato molto forte in Europa, ma lavoriamo anche con Asia, Russia, India.

Prevedete di sviluppare ulteriormente questo target di prodotto?
Certamente! Immaginate quali erano le necessità che doveva coprire in passato la cyber security, prima si doveva occupare “solo” di IT, mentre oggi tutto funziona in modo più nevralgico. Pensate cosa potrebbe rappresentare un attacco informatico alle utility: Si tratterebbe di incorrere in una interruzione di approvvigionamento energetico. Per questo abbiamo ritenuto necessario focalizzare un prodotto su questo specifico target. Come azienda ora stiamo sviluppando nuove iniziative in ambito Software Defined Networks e per la virtualizzazione della rete, stiamo investendo molto in questa area. La mancanza di adeguati livelli di cybersecurity può compromettere le performance del network e noi vogliamo intervenire in modo significativo per prevenire questa minaccia.

Print Friendly, PDF & Email