lockdown qualità ariaUna nuova cartina interattiva per controllare norme e aggiornamenti regionali relativi ai Piani di qualità dell’aria. A renderla disponibile l’Associazione italiana energie agroforestali (Aiel) per aiutare operatori e tecnici del settore, ma anche cittadini, a districarsi tra le norme e gli aggiornamenti sul tema. Anche, forse soprattutto, per individuare facilmente i requisiti prestazionali minimi per installare nuovi apparecchi di riscaldamento a biomassa.

Le norme regionali sulla qualità dell’aria

Districarsi tra le novità non è sempre un’impresa facile, spiega l’Associazione in una nota stampa, per questo supportare i cittadini più attenti nell’utilizzo di tecnologie per il riscaldamento alimentate a legna o pellet è fondamentale. Esempio tra trutti, il risanamento del Bacino Padano. Lo sforamento, ripetuto e di lungo periodo, del limite per il particolato atmosferico PM10 in Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Trentino Alto Adige e Veneto ha portato ad adottare misure regionali con target rivolti in primo luogo a tre settori: trasporti, agricoltura e riscaldamento domestico a biomassa.

Le norme nate in seguito ad accordi inter-ministeriali con Regioni e Province hanno portato al “Piano d’azione per il miglioramento della qualità dell’aria”, che ha la pecca di non essere uniforme sul territorio nazionale. In questo modo, la cartina può contribuire a far  riconoscere facilmente i requisiti prestazionali minimi per installare nuovi apparecchi a biomassa in un determinato territorio. Presenti anche i dati sui valori limite di particolato, superati i quali non è possibile accendere gli apparecchi meno efficienti.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.