Il Bosco delle api

Inaugurate il 15 luglio a Flero (BS), dagli assessori regionali Fabio Rolfi (Agricoltura, alimentazione e sistemi verdi) e Pietro Foroni (Territorio e protezione civile), insieme al sindaco Pietro Alberti, le opere di sistemazione idraulica e un nuovo bosco urbano.

Il bosco urbano

Il bosco urbano è stato realizzato grazie al bando regionale per il finanziamento di ‘Infrastrutture verdi a rilevanza ecologica e di incremento della naturalità’ promosso proprio per finanziare interventi d’area di valenza sovracomunale sia in pianura che in collina. Lo scopo è di costruire delle reti ecologiche attraverso la realizzazione, ad esempio, di boschi, arbusteti, recupero della brughiera e acquisto di terreni da destinare alla realizzazione di interventi forestali.

Il nuovo “Bosco delle api”, che si trova in zona periurbana, è formato da aree boscate oltre a filari arborei e prati stabili che favoriscono così l’incremento della naturalità e della biodiversità locale.

“La Lombardia”, ha dichiarato Fabio Rolfi, “è sempre più green. Il bando sulle infrastrutture verdi dedicato a zone di pianura e di collina, ha consentito in questi anni di realizzare 95 nuovi boschi in tutta la regione. Il “bosco delle api” di Flero è stato finanziato con 300 mila euro ed è aperto un ulteriore bando da 6 milioni che chiuderà il 23 luglio. Valorizzare la naturalità significa rendere più fruibili queste zone e aumentare qualità di vita e attrattività del paesaggio. Vogliamo in particolar modo riequilibrare la presenza di spazi verdi e boschivi in territori a forte urbanizzazione”.

I lavori di sistemazione idraulica

La zona industriale è stata invece interessata da lavori di sistemazione idraulica per far fronte alla problematica dei periodici allagamenti dovuti al sistema di drenaggio urbano.

“Prevenire i rischi idraulici”, ha aggiunto l’assessore Pietro Foroni, “rappresenta uno degli obiettivi della Regione per salvaguardare il territorio nella sua totalità. Il progetto in questione, del valore di 508 mila euro, riguardava la riattivazione dei percorsi idraulici dismessi e la posa di un nuovo canale per il ripristino della rete, predisposto allo scopo di risolvere le criticità presentate dal sistema di drenaggio urbano. Ancora una volta”, ha concluso Foroni, “Regione Lombardia dimostra la sua attenzione e il suo impegno per la tutela del territorio lombardo”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.